Robico torna a Lentini: realizzato murales sui santi Alfio, Filadelfo e Cirino

L’artista gelese Roberto Collodoro, in arte Robico, a Lentini per realizzare un’opera di street art in onore dei Santi Martiri della città Alfio, Filadelfo e Cirino.

Un ritorno per lui, che già diversi mesi fa aveva preso parte al progetto di riqualificazione ‘Badia lost and found’, volto appunto a recuperare alcune aree periferiche del posto attraverso interventi artistici d’autore.

Su uno sfondo nero, che indica la rottura di un muro ideologico pieno di preconcetti e becero fanatismo, spiccano i tre fratelli, raffigurati con colori accesi e forti, chiaro simbolo di rinascita.

“I tre Santuzzi – ha dichiarato l’artista – si sono caricati sulle spalle tutta quella gente che crede nel riscatto di una città e che vive le proprie giornate mettendosi al servizio della collettività”.

Il murales è stato realizzato in un punto nevralgico della città, cioè quello in cui, durante le festività del 10 maggio, verrà condotto il fercolo di Sant’Alfio.

“A Lentini ormai Robico è conosciuto e stimato – ha affermato Giorgio Franco, presidente dell’associazione Italia Nostra, promotrice del progetto di riqualificazione – a ventiquattro ore dalla realizzazione dell’opera, sono giunti già tantissimi pareri positivi dalla politica e dalle rappresentanze associative della città. Siamo orgogliosi di questo e fieri del lavoro di recupero che stiamo portando avanti”.

Roberto Collodoro ha infine ringraziato gli organizzatori, l’amministrazione e tutta la comunità per l’affetto e la disponibilità dimostrati durante i due giorni e mezzo di lavoro.