Roccazzelle: multati per aver parcheggiato vicino alla spiaggia. Nessun segnale di divieto, ma è zona demaniale

Si sono recati al mare a Roccazzelle e ritornando dalla spiaggia hanno ritrovato al multa nella loro auto. È successo a tantissimi  il giorno di ferragosto. “Io e la mia famiglia abbiamo deciso di trascorrerce qualche ora al mare,  abbiamo parcheggiato l’auto non pensando minimanente nella strada sterrata  accanto alla spiaggia fosse interdetta al traffico veicolare, o ci fosse qualche altro vincolo”. Ci hanno detto. La multa di 206 euro è stata elevata dalla Capitaneria di porto di Gela, ma i controlli potevano essere fatti anche da altre forze dell’ordine. “Ci siamo attenuti alla normativa regionale che non impone l’utilizzo di segnaletica di zona demaniale. Noi abbiamo fatto il nostro dovere”. Ci ha detto il tenente della Capitaneria di porto di Gela Saverio D’Istria. Il tenente ci ha fatto notare come spesso i cittadini sviluppano l’insana pratica di parcheggiare auto, direttamente sull’arenile, praticamente a ridosso della battigia: una sorta di parcheggio marittimo, dove turisti e avventori dovevano fare slalom tra le vetture per andare al mare . Dall’altra parte c’è chi ha trovato la multa e si lamenta del fatto che nella strada sterrata accanto alla spiaggia non vi era divieto di parcheggio. Quel giorno sono state elevate 83 multe. “Trovo ingiusto speculare in questo modo prendendo di mira famiglie venute a trascorrere qualche ora al mare”. Questa è la storia che abbiamo voluto raccontare per raccomandare di stare attenti a dove si lascia la propria auto, quando ci si reca al mare. E anche uno sprono per l’amministrazione di provvedere a parcheggi per permettere ai cittadini di andare al mare in tutta tranquillità.