Rocco Buttiglieri “sindaco” di Butera per i suoi 100 anni. Una grande festa in piazza Dante

Una grande festa si sta preparando a Butera per il signor Rocco Buttiglieri che Domenica 25 febbraio raggiungerà il traguardo della rispettabile età dei cento anni di vita.

 Il sindaco dottor Filippo Balbo, l’’Amministrazione comunale e i cittadini brinderanno assieme al festeggiato in piazza Dante, alle ore 12:00.`

La manifestazione vedrà l’assegnazione al signor Buttiglieri della cartica  “Sindaco per un’ora” . Dopo il tradizionale passaggio della fascia tricolore, da parte del primo cittadino, Rocco Buttiglieri risponderà alle domande dei concittadini.

Il signor Rocco Buttiglieri sarà il Sindaco d’Italia, più longevo con la permanenza in carica più breve.

Rocco Buttiglieri aveva 21 anni quando ha lasciato la prima volta Butera per la leva militare obbligatoria, svolta in molte città del nord Italia. Nel frattempo è scoppiata la seconda guerra mondiale che ha portato il suo battaglione in Albania dove ha scontato sette anni di prigionia e per poi tornare salvo nella sua città di Butera. Quì ha spostato Angela e ha avuto quattro figli. Per mantenere la numerosa famiglia è stato costretto ad emigrare in Germani negli anni ’60 dove vi è rimasto per 13 lunghi anni. Con i soldi risparmiati e tanto sacrificio all’estero ha comprato un appezzamento di terreno a Butera di cui ancora oggi si occupa con i suoi Ulivi piantanti.

Questo il programma della manifestazionea.
Alle ore 11:15 presso la parrocchia San Rocco, il Parroco Don Emiliano Di Menza, celebrerà la santa messa, presieduta dal Vicario generale di Piazza Armerina. I fedeli e i partecipanti, dopo la santa messa, muoveranno uniti verso la piazza centrale, Piazza Dante, seguiti al ritmo di marcia dalla banda musicale cittadina, il Sindaco, dopo i saluti di rito, consegnerà una targa personalizzata al suo stimato concittadino Rocco, auspicando buona salute per il futuro.
Una poesia dedicata al signor Rocco Buttiglieri, verrà interpretata dal primo cittadino, narrando la vita vissuta nell’arco dei suoi 100 anni. Vita militare, guerra in Albania, (prigioniero per sette anni), emigrazione in Germania, e conclusione ai giorni d’oggi.
Dopo la lettura della poesia si farà un brindisi collettivo con la partecipazione di tutti i presenti.