Rsa Caposoprano: al via selezione progetti Terapia Occupazionale

Riabilitazione dei “soggetti fragili”, attraverso la terapia occupazionale. Questo è il tema del progetto che è stato avviato dalla Rsa Caposoprano di Gela. Si tratta di un’iniziativa che coinvolgerà i giovani terapisti occupazionali, che attraverso la stesura di un progetto possono partecipare ad una selezione: una giuria di esperti selezionerà la migliore proposta che sarà realizzata   all’interno della stessa struttura di riabilitazione, coinvolgendo il progettista. C’è tempo fino al 30 aprile per presentare il progetto. La terapia occupazionale è un metodo innovativo per aiutare a vivere,  in maniera autonoma, i soggetti che sono temporaneamente o permanentemente disabili. La terapia adopera come mezzo privilegiato il fare e le molteplici attività della vita quotidiana, in modo individuale o di gruppo, coinvolgendo la globalità della persona in difficoltà con lo scopo di adattare il suo adattamento fisico e sociale. Attraverso questo sistema tali soggetti si sentiranno più utili, perché impareranno nuove abilità, acquisiranno maggiore libertà, saranno più indipendenti e acquisiranno maggiore sicurezza emotiva.  L’acquisizione di maggiore autonomia, attraverso il set care, avviene stimando le abilità cognitive venute meno o per motivi psicologici o patologici.