Saldi estivi: Commercianti niscemesi sempre più insoddisfatti

Manca davvero poco al termine della stagione estiva dei saldi.

I commercianti niscemesi stilano un bilancio poco rassicurante caratterizzato da un netto calo di vendite rispetto agli anni precedenti. Ci siamo chiesti quali siano le cause della crisi che negli ultimi anni ha investito questo settore, facendo delle interviste in giro per i negozi di abbigliamento e calzature della città.

La maggior parte dei commercianti ha lamentato un considerevole calo delle vendite in periodo di saldi rispetto a circa dieci anni fa,  dovuto principalmente alla crisi economica che ha danneggiato l’intero settore non risollevandosi nemmeno nel periodo estivo, ovvero in concomitanza con i festeggiamenti in onore della Patrona in cui si registra il maggior numero di turisti.

Stando ad alcuni dati pare che la gente sia poco interessata ad acquistare nei negozi, e non solo in periodo di saldi.  Proprio a causa della grave crisi economica e schiacciati dalle tasse, hanno cessato la loro attività circa dieci attività commerciali del centro storico, che fino a qualche tempo fa rappresentava per i niscemesi la principale via dello shopping.

Situazione differente invece per i franchising, le catene di negozi di abbigliamento, sono diventati per i niscemesi il punto di riferimento per gli acquisti, sempre in continua espansione con la nascita di nuovi punti vendita registrando un numero stabile di vendite in tutti i periodi dell’anno.