Salinitro: dobbiamo prepararci a ricevere i turisti. La Vecchia dogana? Sarà un Info point sulla città

“Abbiamo stilato un progetto affinchè Gela riacquisti il suo ruolo di città turistica, ma non un ruolo secondario, ma una città importante tra le importanti”. Questo è l’obiettivo che vuole perseguire il neo assessore alla Pianificazione e valorizzazione del Territorio, Francesco Salinitro. Una laurea in architettura conseguita al Politecnico di Milano, Francesco Salinitro, vanta una lunga esperienza nel settore dell’urbanistica e dell’edilizia nella pubblica amministrazione, ed è stato anche coordinatore di diverse attività volte a valorizzare siti archeologici. A lui sono andate le seguenti deleghe: Urbanistica (pianificazione del territorio, Prg, Gestione urbanistica), Edilizia privata e produttiva; Patrimonio pubblico; Turismo; Cultura; Beni culturali; Muesalità; Eventi. “La prima cosa da fare, per ottenere i risultati che si attendono i cittadini – ci ha detto il neo assessore – è quella di avere una macchina amministrativa che funzioni e affrontare il settore dell’urbanistica, che ha ancora un piano regolatore che è sospeso per una serie di problemi”. Il centro storico sarà una delle zone che è già stata posta sotto l’attenzione del nuovo assessore. “Un centro storico per il quale è prevista una riqualificazione, perchè non esiste città turistica senza un centro storico accattivante da diversi punti di vista”. Ma anche le periferie avranno i loro progetti. “Abbiamo delle periferie che definiscono l’immagine di Gela. Su queste abbiamo dei progetti, il primo che è il più veloce,e riguarda il rifacimento del maquillage”. Fiori e segnaletica nuova  con indicazioni dei siti turistici “cambieranno l’immaginario collettivo della nostra città”. Ma anche progetti strutturali sono previsti per questa parte di Gela, che richiedono più tempo.  Salinitro ha avuto anche la delega alla museallità. É la prima volta che la nostra città ha tale tipo di delega.  “Tanti i progetti per iniziative museali. Sulla vecchia dogana abbiamo già presentato un progetto condiviso dalla Capitaneria, che è quello ci adibire gli spazi ad un Info Point turistico, per le informazioni sulla città che dobbiamo costruire. A Gela non esistono nè segnaletiche, nè  mappe che indicano i luoghi. Il territorio gelese fa parte del distretto della Valle dei Templi, e adesso le informazioni sulla nostra città sono contenute nella comunicazione di Agrigento. Molti ancora non sanno cosa vi sia a Gela, ma  dobbiamo anche prepararci a ricevere i turisti”

Articoli correlati