Sammito: con lampade al Led la città risparmierebbe 3.570 mila euro l’anno

Se venissero sostituite tutte le lampadine a mercurio della città di Gela  con lampadine a Led, il risparmio annuo per le casse comunali sarebbe di  3.570.000 euro l’anno.

Questo quanto sottolineato dal consigliere comunale Salvatore Sammito che chiede all’amministrazione di provvedere immediatamente alla sostituzione delle lampadine in tutti gli 85  punti di distribuzione di luce della città, in modo che i soldi risparmiati possano essere utilizzati per il decoro urbano.

Più volte il consigliere Sammito ha messo in evidenza il disservizio creato dalla mancanza di illuminazione dovuta alla rottura di numerose lampadine in diversi quartieri della città (specialmente nel quartiere Fondo Iozza).

Numerosi sono stati i suoi solleciti all’amministrazione comunale, alla Ghelas Multiservizi. Il consigliere ha presentato pure una interrogazione in consiglio comunale

A seguito di tutto ciò, l’amministrazione comunale, di concerto con il settore lavori pubblici, ha deciso di avviare un progetto pilota che prevedeva la sostituzione delle lampadine a mercurio con lampade a Led: il progetto è partito proprio dal quartiere Fondo Iozza. 

L’osservazione effettuata dopo tale sostituzione ha fatto emergere dati significativi, come la migliore qualità dell’ illuminazione; la necessità di minore manutenzione con conseguente risparmio per le casse comunali.

Infatti dal primo dicembre 2017 al 31 dicembre dello stesso anno con lampade al mercurio il costo dell’energia elettrica è stato di € 4.883 oltre IVA, invece  i trenta giorni che vanno dal primo marzo 2018 al 31 dello stesso mese, (con lampade LED) il costo dell’energia elettrica è stato di € 1.111. In poche parole in un mese vi è stato un risparmio reale di ben € 3.771 che moltiplicato per 12 mesi all’anno si trasformerebbe in € 42.000. euro