Sanità Gela: Scontro tra il sindaco Messinese e il Ministro Lorenzin

” La sanità in Sicilia”, è stato questo il tema di un convegno promosso ieri pomeriggio a Catania da Alternativa Popolare con la partecipazione del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Dopo numerose note ufficiali  per accertare le disfunzioni dell’ospedale di Gela, il sindaco Domenico Messinese non solo non ha potuto relazionare pubblicamente, ma non si è potuto intrattenere con la componente del Governo Centrale per via di impegni concomitanti di quest’ultima a Roma. Tra urla e tensioni, il primo cittadino del quinto centro per popolazione ha rimarcato ancora una volta la necessità dell’invio degli ispettori del Ministero all’ospedale “Vittorio Emanuele” per accertare eventuali disservizi a sperequazioni rispetto al resto dell’azienda sanitaria provinciale di Caltanissetta.

“Non è possibile – ha esclamato brutalmente Messinese alla Lorenzin, deninciando il ricorso a trasferimenti sanitari- che i pazienti gelesi vengano trasferiti in ambulanza a Caltanissetta e rientrino in città su un carro funebre”. La ministra tornerà in Sicilia questo fine settimana ed il sindaco di Gela ha inviato una richiesta formale per un incontro ufficiale che rivolga la giusta attenzione alle rivendicazioni per la difesa dei servizi sanitari reclamate da settimane in varie azioni collettive di protesta.

Articoli correlati