Save the children: 1 minore su 10 vive in povertà. In Sicilia fenomeno evidente

In Italia per Save The Children 1 minore su 10 vive in povertà.

Si tratta di un milione e 300 mila bambini e ragazzi. Non solo. L’Istat ha messo in evidenza come nel 2016 oltre la metà non legge un libro, quasi 1 su 3 non usa internet e più del 40% non fa sport. Una situazione che emerge principalmente nelle regioni meridionali, tra cui la Sicilia. L

’Italia è uno stato dove i minori non riescono a emanciparsi dalle condizioni di disagio delle loro famiglie e non hanno opportunità educative e spazi per svolgere attività sportive, artistiche e culturali.

I quindicenni che vivono in famiglie disagiate, tra l’altro hanno quasi cinque volte in più la probabilità di non superare il livello minino di competenze sia in matematica che in lettura rispetto ai coetanei che vivono in famiglie più benestanti: 24% contro il 5%.

Tuttavia fra questi minori c’è una quota di resilienti, ovvero ragazzi che raggiungono ottimi livelli di apprendimento anche provenendo da famiglie in gravi condizioni di disagio.

Sicilia, Campania, Calabria, Puglia e Molise occupano i primi cinque posti della classifica della povertà educativa in Italia mentre Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna sono le regioni che offrono maggiori opportunità educative per i minori.

Fonte Gds