Scoperta evasione di oltre 4 milioni di euro: le società operavano nel settore accessori auto

Un’ evasione di oltre 4 milioni di euro, da parte di due società riconducibili allo stesso soggetto operante nel settore accessori per auto.

La scoperta è stata effettuata dalla Guardia di Finanza di Caltanissetta.

L’attenzione si è soffermata, in un primo momento su una delle due società che, per eludere i controlli fiscali, presentava i previsti modelli dichiarati, indicando l’importo in euro, come valore delle operazioni attive poste in essere.

Questa prima società aveva il compito di occuparsi della commercializzazione, anche tramite internet, di accessori per auto, nello specifico tappetini riportanti i loghi delle più famose case automobilistiche, che venivano acquistati “formalmente” da un’altra società, sempre riconducibile allo stesso soggetto.

Proprio questo artificio evasivo, di omettere i reali ricavi conseguiti, consentiva la produzione e la vendita dei prodotti a prezzi altamente concorrenziali.

Tra l’altro quest’ultima società non aveva le licenze d’uso ad utilizzare i marchi delle case automobilistiche i cui loghi venivano riportati sui tappetini prodotti.

L’opificio è stato sequestrato, compreso le macchine ricamatrici, macchine per cucire, taglia moquette, oltre a 408 set completi di tappetini riportanti  i marchi delle autovetture,  e materie semilavorate necessarie per la confezione dei beni destinati alla rivendita.

Le società, secondo quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza, avevano un volume di affari con imponibile di 4200000 euro con relativa imposta pari a 1267000 euro.

Al termine delle attività di indagini, il responsabile delle due società è stato denunciato alla procura della Repubblica per contraffazione e per infedele dichiarazione.