Scoperto ordigno bellico, imposto il divieto di balneazione e di pesca per questioni di sicurezza

Scoperto un ordigno bellico nella zona di mare antistante il litorale gelese nel punto di coordinate geografiche (DATUM WGS84) Lat.37°01.179’N – Long. 014°18.871’E. Un ritrovamento che ha fatto scattare l’ordinanza che impone l’interdizione alla balneazione, al transito, alla sosta e all’ancoraggio di qualsiasi unità navale, nonché alla pesca anche subacquea, alle immersioni in apnea o con bombole, al posizionamento di attrezzi da pesca e non e a ogni altra attività marittima che comporti la presenza di cose o persone non autorizzate per un raggio di centocinquanta metri dall’area individuata. Il provvedimento della Capitaneria di Porto mira a prevenire eventuali danni e a salvaguardare l’incolumità delle persone e delle cose, in attesa di interventi di rimozione e distruzione dell’ordigno da parte del Nucleo Specializzato in operazioni di bonifica allertato dalla Prefettura di Caltanissetta.

Articoli correlati