“Se Dio esiste è donna e suona il blues”: Stefania Calandra incanta Gela e anche me

Stefania Calandra la blues woman che ha incantato Gela. Possiamo defininirla la “tigre dell’estate gelese”. Stefania Calandra ha aperto la rassegna “Blues & jazz summer 2016”. Una serie di concerti, organizzati da Salvatore Fabio Vasta con la collaborazione della folk singer Arianna Trainito in qualità di art director. Appuntamento è per ogni giovedì presso i muretti di Macchitella. “Una voce graffiante e chitarra di note aliante. Se Dio esiste è donna e suona blues”

«Questo è quello che penso di Stefania Calandra, di cui mi ha molto colpito al di là della indiscutibile bravuta anche la sua umiltà». 

«Un martedi gremito di gente  ad ascoltare  con attenzione la grande blues woman che ha suonato con i più grandi artisti del panoramala internazione e mondiale vi prego di leggere la biografia. Voce graffiante, chitarra e voce di note aliante. Uno spazio all’aperto  ricreato per la rassegna blues & jazz che assomiglia ai club jazz on the road tipico di New Orleans. 

Una scenografia povera e sofferente che riprende la vera anima del blues. Lumi di candele  per curiosare tra le emozioni degli occhi di chi guarda e ascolta… un tappeto persiano per gli strumenti, con alla batteria Giulio Caneponi compagno che accompagna la grande artista. 

Un palco low cost di materiale riciclato che apre le frontiere  e stupisce per l’essenzialità. Un’improvvisazione vissuta da chi ha voluto creare con il Be bop nel sangue e il Beat nel cuore. Stefania Calandra virtuosa chitarrista, compositrice dalla voce potente, un’anima e un volto di  bellezza stravolgente che incanta Gela e i tanti gelesi che hanno apprezzato la buona musica e la serata magica.

Una frase che in questi giorni ho scritto pensando a lei e che ha fatto il giro dei social negli ambienti musicali, e ripresa più volte. “Se Dio esiste è donna e suona blues”. 

Contestualizzata pensando a una donna che crea, come un Dio, come forza della natura. La Calandra ha il dono dei più grandi: l’umiltà e la capacità di percepire il suono e l’essenza di un posto.

Premiata a Memphis, sfidando i più grandi bluesman, ha lottato e ha dimostrato a tutti la sua bravura  confrontandosi e andando via dall’Italia dimostrando di esser migliore.

 Una guerriera con la sua chitarra, la sua voce del sud e dai colori blues, Una Tom Waits al femminile. Una donna che grida e canta reincanandosi in un vecchio bluesman dei Cotton Fields. Un dolore lontano che la Stefania Calandra sembra conoscere… attraverso il suo viaggio in blues in veil,  che racconta la storia del blues percorso da artiste donne, Racconta l’amore, il sud, storie di fantasmi e di sofferenze, Un’artista coraggiosa che ha scelto di esser libera pagandone il prezzo di chi sceglie di esprimersi fuori dai canoni italiani..

Stefania vuole ospite me sul povero essenziale palco di blues‘n vein dandomi spazio di libertà e espressione.come opening al suo concerto. Dicendomi non ti fermare vai avanti con la tua forza e il tuo coraggio vedrai non sarai più sola anche quando tutti si volteranno o se ne andranno. Io ci saro. Gridalo sto je suis anche se qualcuno lo vieta… o “Iu sugnu Arianna per la tua libertà di volerti esprimere”.

Ho conosciuto una donna che coraggiosamente lotta per aprire gli occhi e il cuore a chi non vuol vedere e quella donna sei tu Arianna. Grazie per sempre Stefania Calandra. Alla prossima in blues’n vein grande donna grande anima. Quanta energia mi hai passato qui at My home, in madamoiselle Gela.»  

 

Prossimo appuntamento in jazz Carmelo Salemi group & Angelo di Marco feat Loredana Melodia, Arianna Trainito

Jam session aperta a musicisti 

giovedi 23 giugno ore 21:30 presso i muretti di macchitella

per info e prenotazioni tavoli tel 347 7048492

Articoli correlati