“Segreteria on the road”, il PD incontra i cittadini e riparte dai quartieri della città, primo incontro a Settefarine

La segreteria del PD parte dai cittadini e incontra i rappresentanti dei comitati dei vari quartieri della città per accogliere le loro esigenze e portarle sul tavolo dell’amministrazione comunale al fine di dare finalmente delle risposte a chi risiede in periferia.

A battezzare questa “prima uscita” il comitato di quartiere Settefarine che, confrontandosi col neo segretario Fabio Collorà e con i componenti del direttivo, ha messo in risalto le criticità di una zona troppo a lungo abbandonata e vittima di disservizi e degrado generale. Una situazione che al Partito Democratico inizia a stare stretta, un quartiere da cui ripartire per poter fare lo stesso anche in altri luoghi della città. A emergere durante l’incontro la totale carenza e inefficienza del trasporto pubblico, fondamentale per collegare la periferia al resto della città. Attenzione urgente anche alla vivibilità urbana con particolare riferimento al cavalcavia, un tratto pericoloso per molti versi e caratterizzato dalla grave assenza di un marciapiede che permetta a normodotati e disabili l’attraversamento senza che siano esposti a rischi. A tal proposito, il PD presenterà all’amministrazione un progetto per rendere pedonabile l’arteria e per intervenire con dissuasori della velocità, con bande rumorose nonché con l’ausilio dei vigili urbani proprio nelle strade in cui in passato diversi concittadini hanno perso la vita e una bambina ha subìto l’amputazione di un arto a causa di un incidente. A tutto questo si aggiunge inoltre l’esigenza di creare un centro sociale per minori a rischio e aiutare concretamente tutti quei ragazzi allo sbando che non riescono a trovare alternative in una città che ha sempre offerto loro poche possibilità. Infine, si è discusso anche del completamento delle opere di urbanizzazione e riqualificazione di tutto il quartiere. “Siamo il PD della gente – ha detto Fabio Collorà – vogliamo parlare con i cittadini e da loro essere legittimati. La nostra è una segreteria ‘on the road’, che vuole proprio scendere in strada per ricostruire una città migliore”. L’incontro con il comitato di quartiere Settefarine diventerà un appuntamento fisso ed esteso a tutte le zone di Gela, in linea con l’obiettivo prefissato: ripartire dai singoli quartieri. In che modo? Destinando loro parte delle compensazioni Eni o anche fondi del Comune, così come suggerito dal PD: “Basta scuse e andiamo avanti”.

Articoli correlati