Sei proiettili alla Chiesa S. Giovanni Evangelista. Don Fausciana: siamo sereni

Sei proiettili avvolti da carta stagnola, sono stati rinvenuti nella cassetta delle lettere della  Chiesa S. Giovanni Evangelista, sita nel quartiere Macchitella di Gela.  Non si sa se si tratti di un gesto intimidatorio, ma Don Giuseppe Fausciana, vice parroco della Chiesa si è mostrato sereno. “Uno scherzo di Carnevale” ha detto. I proiettili sono stati ritrovati da don Alessandro  Crapanzano. “Non abbiamo – ha detto padre Fausciana – dato  nessuna lettura al gesto, noi continuiamo con la nostra attività.  Qui c’è un clima sereno e da parte nostra c’è l’impegno di continuare così come abbiamo fatto in questi anni, nel campo dello sport, dell’arte e dell’editoria. Abbiamo con noi famiglie e bambini che ci danno molto credito per l’opera che facciamo”. I proiettili non era accompagnati da nessun biglietto, difficile capire che tipo di messaggio si sia voluto lanciare, e su cui sta indagando la Polizia.  Chi ha lasciato i proiettili è entrato dal cancello principale ed è arrivato indisturbato fino alla canonica alla cassetta della lettere.