Sergio Mattarella, figlioccio dell’on. Salvatore Aldisio

Sergio Mattarella non solo è il primo Presidente della Repubblica siciliano,  ma è anche un po’ gelese. Lo statista Salvatore Aldisio, infatti, padre dell’Autonomia siciliana e uno dei figli più importanti di Gela, fu  il suo padrino di battesimo. Tra il padre Bernardo Mattarella e lo statista gelese c’era una grande amicizia, insieme avevano lavorato all’autonomia della Sicilia e alla nascita della Democrazia Cristiana.  “Bernardo con un altissimo senso dello Stato e delle istituzioni ha esercitato  una grande influenza sui figli Piersanti e Sergio, che ne hanno continuato l’opera politica”, si legge in una nota del PD. Il neo presidente della Repubblica è stato sempre legato a Gela e lo ha manifestato quando è venuto a presentare la candidatura di Donegani. Il nome di Mattarella per molti era legato solo al  Mattarellum, la legge elettorale che nel 1994 avrebbe dovuto traghettare l’Italia verso la seconda Repubblica e che l’ha condotta invece, secondo i critici più feroci, nelle sabbie mobili del berlusconismo e che ora, con i garbugli elettorali proposti dall’Italicum di Renzi, in tanti stanno rimpiangendo.