Sfrattati senza preavviso, il Coordinamento dei quartieri contro Messinese: “È vergognoso”

Sfrattato senza preavviso dai locali comunali il Coordinamento dei comitati di quartiere di Gela. È stata questa la denuncia nei confronti di quello che i componenti hanno definito un “vile atto da parte dell’amministrazione comunale”.

Recandosi nella propria sede, hanno scoperto l’amara sorpresa: i locali infatti erano pieni di suppellettili e documenti provenienti dai vari uffici comunali, nessuna traccia del materiale e del mobilio di proprietà del Coordinamento.

“È vergognoso – si legge in una nota – che un sindaco che proviene dalla presidenza di un comitato di quartiere assuma comportamenti cosi gravi nei confronti di realtà che lui stesso ha conosciuto e per le quali ha lottato in passato contro le pregresse amministrazioni. Il comportamento tenuto dall’amministrazione, oltre che essere palesemente illegittimo e grave, è stato altresì irriguardoso anche nei confronti dei singoli componenti dei vari quartieri poiché senza alcun preavviso i comitati cittadini sono stati messi alla porta e senza che agli stessi fosse data la possibilità di organizzare lo sgombero dei locali.

Evidentemente – hanno concluso i componenti – il modus operandi del sindaco in questa vergognosa vicenda rispecchia palesemente la visione che l’amministrazione comunale ha nei confronti dei comitati e dei cittadini che gli stessi rappresentano, escludendo così i gelesi dalla partecipazione nelle scelte della vita politica locale”.

Il Coordinamento si riserva nei prossimi giorni di adire le vie legali per tutelare i propri diritti di fronte all’autorità giudiziaria competente.

Articoli correlati