Si allunga l’attesa per l’inizio dei lavori sulla A19

Si allungano i tempi per la riapertura della A19 Palermo-Catania, chiusa al traffico per il cedimento del viadotto Himera. La bretella che dovrebbe ricongiungere l’autostrada, infatti, non arriverà prima della fine di agosto. Il Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio era stato chiaro ad aprile, durante una sua visita in Sicilia: “i tempi stimati non saranno più di tre mesi”. Esatto, ma a partire dalla consegna dei lavori e quindi di tutti i procedimenti burocratici previsti. Tempi che si allungano ulteriormente considerando anche il fatto che, come dichiarato da Alfano, la Regione non ha ancora presentato la documentazione necessaria per lo stato d’emergenza. La trattativa con Roma è ancora in corso e da questa dipendono i tempi che seguiranno. L’Anas, intanto, ha annunciato di aver già puntellato la zona per evitare altre frane. Previsti tre progetti: uno sulla rampa che costerà quasi cinque milioni di euro e che permetterà di percorrere un breve tratto di provinciale per poi tornare in autostrada; un altro strettamente legato alla bretella, che sarà dimensionata anche per il traffico pesante rendendo possibile l’accesso dei tir, prevista inoltre l’installazione di barriere di sicurezza e nuova segnaletica orizzontale e verticale e infine un terzo progetto che prevede la demolizione dei piloni e di entrambe le carreggiate che li sovrastano e che partirà in concomitanza con la costruzione della bretella. Solo dopo si potrà intervenire sulla ricostruzione dei due viadotti.