Sindaco Fasulo: Chi contrasta l’accordo con Eni, lo fa solo per scopi elettorali

Le mozioni e interrogazioni presentate da Movimento 5 Stelle e da una  parte del Centro Destra, per le trivellazioni, e dal  Governo nazionale con Azzurra Cancellieri, per la produzione dell’olio di palma, il cui disboscamento risulterebbe cancerogeno,  rischiano di fa saltare l’accordo con Eni, sottoscritto al Mise il 6 novembre scorso. “Chi non avevamo sentito da anni – ha affermato il sindaco Fasulo – spunta oggi per contrastare l’accordo, e lo fa solo per scopi elettorali”. Secondo il sindaco di Gela è necessaria una politica seria nazionale e regionale, per far sopravvivere il territorio. “Prima il pet coke era inquinante – ha commentato il sindaco – ora non va bene la bioraffineria”. Il sindaco ha sottolineato tale atteggiamento  non fa bene nè a Gela, nè alla Sicilia, nè all’Italia.

Articoli correlati