Siragusa: aumento Tari frutto di arroganza politica. Inaccettabile dal punto di vista tecnico e sociale

    

Ritengo la richiesta della Giunta Messinese di aumentare le Tariffe Tari del 40%, del tutto ingiustificata   dal punto di vista tecnico ed inaccettabile sotto il profilo sociale. Questo quanto sottolineato dal consigliere di Polo Civico Popolare Guido Siragusa.

“Ingiustificata dal punto di vista tecnico perché non si comprende come mai siano  aumentati a dismisura,  i costi del servizio, malgrado la drastica  riduzione di rifiuto indifferenziato conferito a discarica( frutto dell’aumento della quota differenziata che a detta dello stesso vice sindaco è del 50 %) ,  che invece  doveva portare  una significativa contrazione dei costi di Gestione . Inaccettabile sotto il profilo sociale, perché  imporre  ad anziani e disoccupati un aumento del 40% della tariffa è politicamente  ignobile.” Ha sottolineato il consigliere comunale.

““Nessuno ha autorizzato l’Assessore  Siciliano  nonché Vice Sindaco, a spendere ben 2.500.000 di euro in più  (tra l’altro non previste nel contratto con Tekra),  rispetto a  quanto  previsto  dallo stesso Consiglio Comunale  nel 2014 , e per tanto non mi spiego come mai  lo stesso non si  sia mai posto il problema,  che tali somme potevano trasformarsi o in una ulteriore gabella  ai danni dei più poveri e disagiati,  o  in altri debiti per la Citta.”  Ha detto il consigliere comunale che ritiene la proposta di aumento “ frutto di semplice arroganza politica, di chi totalmente incapace a gestire processi amministrativi , pensa di   scaricare sui cittadini le proprie incapacità gestionali “.  

“Spero – conclude – che la maggioranza del Consiglio Comunale, prenda le dovute distanze da questa irresponsabile proposta, perché condividerla significherebbe rendersi politicamente complice di un furto con destrezza operato ai danni dei più deboli. “