Siragusa: la città necessita di manutenzioni e servizi da specificare nel piano delle opere pubbliche

La città di Gela necessita di interventi urgenti nel campo della manutenzione e servizi e il sindaco deve dare risposte concrete iniziando con indicare dove reperire le somme necessarie per proporre un dignitoso piano triennale delle opere pubbliche evitando così di alimentare una guerra tra poveri. Questo quanto affermato dal consigliere Guido Siragusa componente della Commissione Urbanistica e Lavori Pubblici, presieduta da Cristian Malluzzo.
“La nostra commissione non ha fatto e non farà mai azioni riconducibili a dinamiche politiche”. Ha detto Siragusa
“Non vogliamo inseguire chi, sfruttando la sua funzione di presidente di commissione vuole continuare ad alimentare una sterile polemica solo al fine di propinare qualche voto per il suo partito in vista delle prossime scadenze elettorali vedi elezioni regionali. Ha sottolineato Siragusa.
“Invece – ha affermato Siragusa- non possiamo che stigmatizzare le dichiarazioni del sindaco frutto semplicemente di una disperazione politica che vede il primo cittadino isolato rispetto a possibili decisioni che il consiglio comunale può assumere su atti di programmazione , che incidono ampiamente sulla vita dei cittadini.”
“Ci siamo sforzati di interloquire con lui e con il suo assessore ,abbiamo rappresentato le numerose esigenze di una città che ha di bisogno di interventi urgenti nel campo della manutenzione e dei servizi e per risposta ci hanno presentato una bozza di piano con una provvista economica pari a 3ml euro, forse bastevole per una piccola frazione e non per una città di 80.000 abitanti .
“Abbiamo contestato -ha continuato il consigliere di Polo Civico Popolare- che non vi erano interventi indirizzati alla riqualificazione e realizzazione di progetti . Per la prima volta inoltre la commissione urbanistica LL.PP. chiede di accorpare le voci di manutenzione con schede di intervento che indicassero chiaramente quale manutenzioni inserire specificandone la precisa ubicazione evitando una bozza approssimata e solamente indirizzata ad usare i capitoli di spesa come bancomat”.
“A questo ci siamo opposti , perché per noi il piano triennale è una cosa seria”.

Articoli correlati