Siragusa: unire forze politiche e sociali contro lo scellerato Ddl sui Liberi Consorzi

“Sulla vicenda dei liberi consorzi è calato un silenzio assordante , una classe politica che non sa difendere gli interessi della propria città a cosa serve ? Queste le parole del consigliere comunale dell’Udc, Guido Siragusa, per quanto riguarda l’art. 52 del Ddl sui Liberi consorzi in corso di approvazione dalla Commissione Affari istituzionale dell’Ars, e che ha eliminato tra gli altri il Libero Consorzio di Catania, a cui i cittadini di Gela avevano espresso di voler aderire, attraverso il referendum confermativo del 13 giugno scorso. La modifica del Ddl sui Liberi consorzi, conferma le tre città metropolitane, Catania, Messina e Palermo, e i 6 liberi consorzi, coincidenti perfettamente on le ex province, della serie “cambia tutto per non cambiare niente”. “La deputazione nissena – ha comunicato il consigliere – ancora una volta è riuscita a creare i necessari ostacoli per i impedire che le legittime aspirazioni di una città si possano realizzare .Faccio appello a tutte le forze politiche e sociali, affinché si costruisca un fronte unico per impedire che lo scellarato disegno di legge , licenziato dalla commissione affari ragionali e tanto caro ai deputati regionali nisseni ,possa diventare legge regionale”.

Articoli correlati