“Solidarietà all’assessore Giuseppe Giugno”. Consiglio comunale pubblico a Niscemi.

Consiglio comunale pubblico, Sabato a Niscemi presso il centro socio culturale, Salvatore Liardo, che ha visto la partecipazione di: associazioni territoriali, esponenti di comuni limitrofi, del comune di Niscemi e cittadini.

Un consiglio comunale monotematico, istituito per dare la massima solidarietà verso quanto accadutorecentemente all’assessore, Giuseppe Giugno, la sera del 24 Novembre, intorno alle 23 dove alcuni ignoti hanno sparato dieci colpi di pistola contro la sua autoe la porta della sua abitazione, in via Paolo Borsellino.Un incontro per dire “NO” a tutti i numerosi attentatche si sono verificati negli ultimi tempi di cui sono state vittima il sindaco in prima persona ed alcuniimportanti esponenti del Comune.Un Consiglio aperto a tutta la cittadinanza per sottolineare la drammaticità della situazione e far capire che questi atti non hanno colpito solo il singolo assessore ma l’intera Istituzione.

Il sindaco, Francesco La Rosa, rivolgendosi a tutti i cittadini, associazioni, amministrazione comunale…ha sottolineato il suo senso di paura nei confronti di questi atti ed il timore che Niscemi possa tonare ai vecchi anni “bui” degli anni 90 e che possa sorgere l’antipolitica. Inoltre, ha sottolineato lo stato di solitudine in cui si trova ad affrontare questa situazione, “solo attraverso la collaborazione di tutti e attraverso il confronto possiamo risolvere tutte le problematiche socio economiche che attanagliano il nostro territorio, sconfiggere la mafia per dare spazio alla buona politica”. Ha concluso.Il consiglio straordinario, ha visto la partecipazione e gli interventi di alcuni sindaci o esponenti di paesi limitrofi, tra cui: il sindaco di Mazzarino, sindaco di Piazza Armerina, Canicattì, Gran Michele, Butera, assessore di Palma di Monte Chiaro, sindaco di Comiso, Militello, Licodia Eubea, Vittoria, San Cataldo e vicesindaco di Acate che hanno espresso tutta la loro indignazione, sottolineato la drammaticitàdell’accaduto e dimostrato la massima solidarietà. Inoltre, hanno accennato alcuni problemi che attanagliano non solo i singoli comuni ma tutta la regione Sicilia, avvertendo un senso di “distacco” ed “estraneità” da parte dello Stato verso alcuneproblematiche. Hanno invitato tutta la cittadinanza a collaborare insieme agli amministratori e lottare per lo sviluppo e cambiamento del paese.

Al consiglio, hanno preso parte esponenti di alcune associazioni territoriali, tra cui: Misericordia, Centrodiurno diversamente abili, Ass.ne Anpe, Ass.ne Carabinieri di Niscemi, Ass.ne Aquilone, Scout Agesci, Lions Club, CGl, No muosAss.ne Led e tutta l’ amministrazione comunale, i quali attraverso numerosi interventi hanno espresso la loro vicinanza al sindaco e incitato i cittadini a denunciare questi atti criminali e non rimanere omertosi.

Articoli correlati