Soluzione al randagismo? Il canile comunale. Le associazioni ricordano la promessa fatta dal Sindaco

Un canile comunale per contrastare il fenomeno del randagismo a Gela. È sempre stata questa la proposta avanzata dalle associazioni animaliste che da anni si occupano di monitorare il territorio, prestando soccorso ai cani abbandonati. Un problema purtroppo sempre più diffuso e per il quale si è resa necessaria da parte dell’amministrazione comunale un’ordinanza che vieta il transito e la balneazione ai cittadini nel tratto di spiaggia a ridosso del fiume Gattano, teatro in questa stagione di aggressioni da parte dei cani randagi. Una proposta di soluzione che non è andata giù a molti gelesi e che ovviamente non può essere una soluzione definitiva. Per questo, infatti, le associazioni animaliste sono tornate a far sentire la propria voce per ricordare al Sindaco Messinese la promessa fatta loro in campagna elettorale: la realizzazione di un canile comunale. In vista di ciò, per iniziare si potrebbe mettere su un centro di prima accoglienza e andare incontro ai cittadini nelle spese per sterilizzare i propri amici a quattro zampe ed evitare cucciolate “indesiderate”. Inoltre, le associazioni animaliste hanno chiesto all’amministrazione di istituire un tavolo tecnico per operare in sinergia e contrastare il randagismo.

Articoli correlati