Con droga, vicino la scuola. Segnalati 12 giovani gelesi. Uno con tirapugni

Sono 12 i giovani gelesi segnalati dai Carabinieri di Gela, durante l’attività di controllo nelle zone pìu sensibili della città, esposte al fenomeno di spaccio di stupefacenti. Tra i giovani, per la maggior parte incensurati e studenti, vi sono anche 2 minorenni.  I carabinieri, coordinati dal comandante Valerio Marra,  hanno proceduto ad un controllo a tappetto di tutte quelle aree che sono frequentate abitudinariamente da soggetti consumatori di droghe. I controlli sono stati effettuati nel centro abitato e vicino agli istituti scolastici, dove sono stati sequestrati circa 20 grammi tra marijuana e hashish, ritrovati  sia addosso ai giovani fermati, sia all’interno dell’abitacolo dell’autovettura su cui venivano fermati. Uno di questi, fermato proprio nei pressi  di un istituto scolastico, in un orario prossimo alla fine delle lezioni, aveva con sé anche un tirapugni con annessa una lama di circa 8 cm, motivo per il quale è stato denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Il servizio effettuato dai militari dell’Arma ha fatto sì che gli stessi genitori dei ragazzi coinvolti potessero conoscere le abitudini dei figli considerati “bravi ragazzi”, in quanto incensurati e di buona famiglia.

Ancora una volta il controllo del territorio effettuatodai Carabinieri di Gela, ha dimostrato la sua efficacia nel contrasto all’illegalità, dato che l’intervento ha riguardato soggetti di giovane età che ancora possono essere aiutati e tutelati per uscire da questo tunnel che spesso viene intrapreso con una semplice “canna” e che poi porta alla degenerazione ed all’assunzione di droghe ben più pesanti, come cocaina ed eroina, che generano nel soggetto un grado superiore di sballo.