Spaccio a scuola, furto di energia e minacce: 11 denunce a Gela

Dal furto di energia elettrica, a cessione di stupefacente a scuola e minacce sono 11 le persone denunciate questa settimana dagli agenti del Commissariato di Gela nell’ambito dell’attività di controllo del territorio.

Denuncia per il gelese B. P. di 24 anni per porto ingiustificato di coltello . L’uomo a seguito di un controllo di Polizia nel centro storico di Gela, è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso dell’arma. Un minorenne gelese è stato denunciato per cessione di sostanza stupefacente, avvenuta all’interno di un istituto scolastico della città. Il giovane cedeva ad altro studente dello stupefacente per farne uso.

Il gelese S. D. gelese di 41 anni , è stato deferito per lesioni personali.
G. R., di 49 anni è stato deferito all’A.G. per lesioni personali. Per minacce sono stati denunciati i gelesi T. A. di 31 anni, S. C. di 46 . Per concorso in truffa e minacce sono stati denunciati tre minorenni gelesi. L. A., gelese di 43 anni , è stata deferita all’Autorità giudiziaria, per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, in quanto la donna, gestore di esercizio commerciale a Gela, sebbene ammonita avrebbe sforato l’orario di chiusura del locale continuando a mantenere aperto il suo bar. Inoltre è stata elevata contravvenzione perché si esercitava il ballo senza la prevista autorizzazione.

I gelesi . M. I. G., di 46 anni e M. N., gelese di 33 anni sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per furto di energia elettrica. A seguito di verifica del contatore elettrico da parte di tecnici dell’Enel e personale dipendente, si è appurato che i due uomini avevano commesso il furto di energia elettrica a seguito di l’allaccio abusivo.