Sparita da 5 anni, riposizionata la segnaletica della piazza dedicata a Gaetano Giordano

Era sparita da cinque anni la segnaletica della piazza  dedicata a Gaetano Giordano, il commerciante ucciso nel ’92 per aver sfidato la mafia. Si tratta dello spazio di via Morselli di cui nessuno conosceva più il nome. E su volontà della moglie Franca Evangelista, l’assessorato alla Polizia Mucipale, ha provveduto a risistemare il piano che era stato divelto, e che era andato perso. 
“Da cinque anni – ha riferito Eugenio Catania – che era sparita la segnaletica, e nessuno sapeva come si chiamasse la piazza. Per noi è stato un atto doveroso, nei confronti di un uomo coraggioso che ha detto No alla Mafia”. 
La segnaletica era stata posizionato dalla amministrazione Crocetta. Ma già allora non era stata fatta nessuna cerimonia solenne. 
Gaetano Giordano, è morto all’età di 55 anni, per mano di alcuni mafiosi che sono poi stati arrestati l’anno dopo. L’uccisione di Gaetano Giordano doveva essere un monito per negozianti e imprenditori che si rifiutavano di pagare il pizzo, ma da quell’omicidio la cittadinanza ha preso  coscienza e i mafiosi hanno avuto sempre meno titolo sul territorio.
“Abbiamo aggiunto «vittima di mafia» al nome di Giordano per sottolineare come da quell’uccisione di sia scatenato un movimento di lotta e di denunce contro i mafiosi, che fu capeggiata dall’allora sindaco Rosario Crocetta”. Ha detto Eugenio Catania.