Spata: qualcuno usa il nome della Lega Gela senza autorizzazione, ma solo per rappresentare sè stessi

Vi sono soggetti che usano senza autorizzazione il nome e il simbolo della Lega con il solo obiettivo di screditare il lavoro di dirigenti, militanti e simpatizzanti.

Questo quanto sottolineato con un comunicato stampa dal coordinatore della Lega Gela Giuseppe Spata.

“Il 29 novembre in occasione dell’assemblea provinciale di Caltanissetta si sono costituiti i 22 Circoli della provincia. Tra questi anche quello di Gela inaugurato venerdì scorso alla presenza del Commissario Regionale Lega nonché Sottosegretario al Ministero dell’Interno il Sen. Stefano Candiani.”

A Gela la Lega è rappresentata da un circolo con un direttivo compatto e di persone corrette. E qualcuno che ha intenti e ambizioni personali che nulla hanno a che fare con lo spirito della Lega è rimasto fuori dalla porta. E lo si capisce da un comunicato stampa farneticante, divulgato da organi di informazione (nonostante l’anonimato dello stesso). Su specifico impulso del nostro commissario regionale Sen Stefano Candiani ribadiamo agli organi di stampa che costoro sono soggetti che usano senza autorizzazione nome e simbolo della Lega col solo obiettivo di screditare il lavoro di dirigenti, militanti e simpatizzanti.”

“Ribadiamo, se mai ce ne fosse bisogno, che il Direttivo del Circolo della Lega di Gela non ha a che fare con questo comunicato che è invece frutto di soggetti estranei alla Lega. Soggetti che rappresentano solo se stessi e forse nemmeno questo considerato l’anonimato degli scritti.” Ha scritto Spata nel comunicato