Sperone Arte: inaugurazione questa sera

Una estemporanea di pittura “Dai quattro canti alla Matrice”, con premiazione finale darà il via questa sera all’immancabile appuntamento “Sperone Arte 2015”. Promossa come ogni anno dal Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana “Salvatore Zuppardo” in concomitanza con la festa della Patrona di Gela Maria SS. D’Alemanna, la  manifestazione avrà luogo dal 5 all’8 settembre nella caratteristica via Pisa, da via Giacomo Navarra Bresmes a Via Filippo Morello e nei cortili affluenti della via Pisa (Vico D’Anna, Vico Tiziano, Vico Silvio Pellico, Vico Bertino, Vico Licata, Largo Attilio Regolo. La rassegna, patrocinata dal comune di Gela , servirà a valorizzare meglio questo quartiere popolare di Gela. Opere di pittori, scultori, ceramisti, fotografi, artigiani di Gela e della Sicilia, saranno esposte e potranno essere ammirate dai cittadini in tutti i quattro giorni della manifestazione d’arte. Un’occasione per il confronto ideale fra le varie sensibilità culturali della nostra Isola e per la valorizzazione e  lo scambio culturale e artistico dei soggetti partecipanti.

L’estemporanea “Dai quattro Canti alla Madrice, che aprirà la rassegna, è promossa dal Centro Zuppardo, in collaborazione con“Gela C’èntro” e con premiazione nella stessa serata. Le opere realizzate verranno esposte da domani in  un cortile della Via Pisa. 

Inoltre avranno luogo una perfomance di Elisa Enedino e Gianni Caputo con “Letture animate e libri per bambini” e tre serate di performance dell’Ass. Sauari in vico Bertino e vico D’Anna: “Vox populi vox dei”, di S. Venuta con M. Libertà, L.M. Ferro. Musiche originali di A. Trainito, Immagini di E. Andretti (giorno 6), “Lorca”,  di S.A. Patanè e Ferro con A. Disteranno, G. Torrisi. P. Gulfi, S. Zafarana e S. A. Patanè Ferro e “Qantara – Oratorio in tre stanze”, con M. Libertà, S. Zafarana. Sono presenti anche la Scuola di Pittura Monna Lisa diretta da Rita Castellano, la Scuola di Pittura Enichem diretta da Valentina Catalano, l’Associazione Rig.Art, la galleria d’arte “Open Space” di Agrigento, Kreativè,  una Mostra di solidarietà dell’Ass. Vol. “Gela Famiglia”, una dell’Ass. Orizzonte e un’altra dell’Unitalsi. Inoltre sono previsti un omaggio a fra’ Rocco Quattrocchi, parroco dei Cappuccini ed al pittore Italo Zoda scomparsi recentemente assieme ad una mostra curata da Franco Pardo sugli eventi storici che hanno caratterizzato la nostra città.

L’Organizzazione è curata da Andrea Cassisi,  Emanuele Zuppardo,  Francesco Turco, Croci Attardi e Sebastiano Scalora. L’illuminazione è curata da Rocco Infuso.

Esporranno Croce Armonia di Sommatino, Andreina Bertelli di Formigine, Franco  e Lorena Bonaventura, Daniele Costa,  Giusy Russotto, Pietro Platania e Teresa Lacognata di Licata, Guido Cannizzo di Venezia, Alfredo Bordenca e  Andrea Carisi di Agrigento, Giuseppe Cardella di Ribera, Giuseppe Cilio e Francesco Gurrieri di Vittoria, Pippo Forte di Cefalù, Anna D’Amico e Giuseppe Guzzone di Catania, Bruno Fael di Milano, Cristian Goila di Cluj Napoca, Elena Ivanova e Francesco Dinino di Caltanissetta,  Giuseppe Ottaviano di Ragusa, Sebastiano Patanè di Catania, Vincenzo Patti e Lillo Todaro di Favara, Roberto Postiglione, Francesco Terlisi  e Andrea Ravalli di Roma, Salvatore Profetto di Aragona, Angela Reale e Iole Notarstefano di Piazza Armerina, Maria Aiesi, Marisa Zafarana, Salvatore Cutroneo, Concetta Martorana, Cristina e Nino Venezia di Niscemi.

Questi i pittori di Gela che hanno già aderito: Vera Aliotta, Pietro Attardi, Beatrice Bennardo, Martin Bonanno, Davide  Cannizzaro, Rocco Cacici, Giuseppe Campanaro, Miriam Cantone, Vincenzo Caruso (alla memoria), Rita Castellano, Monica Cauchi, Angelo Catalano, Angela Cervetti,  Giulia e Gladis Cicala, Roberto Collodoro, Rocco Cuvato, Nuccia Dentini, Giambattista Di Dio, Jenniffer Di Natale, Giorga Di Stefano, Cristoforo Domicoli, Daniele Dominante, Jessica Emanuello, Aldo Giovanni Falci, Giorgia Famao, Floriana Gammino, Debora Giocolano (in memoria), Salvatore Giuliana, Francesca Greco, Leandra Iacona, Lucrezia e Ludovica Incorvaia, Dino  Lancianese, Serena Lembati, Claudia Lipomi, Marta Lo Iacono, Stefano Maganuco, Andrea e Paolo Marletta, Anna Maria Mercaldi, Andrea Migliore, Giulia Nicastro, Antonio Occhipinti, Elena Occorso, Gaia Orlando, Franco Passero, Liliana Passero, Fortunato Pepe, Lino Picone, Enza Privato, Diletta Raimondi, Amira Salerno, Cristina Sammartino, Giuseppe Santapà, Suellen Scolaro, Carolina Scerra, Simona Scribano, Nicoletta Tandurella, Philp Tascone, Letizia Tascone, Maria Chiara Tranchina, Giuseppe Tuccio, Giusy Vicari e Concetta Zuppardo di Gela.

Questi gli scultori presenti: Simone Incorvaia, Paolo Saciotti e Roberto Tascone di Gela,  Salvatore Profetto di Aragona e Rosa Tirrito di Agrigento mentre Emanuele Ravalli di Vittoria fa una mostra di modellismo e Vincenzo Craparo espone cimeli storici. 

Per la fotografia partecipano: Alberto Blanco, Alessandro Cannilla, Emanuele Cuvato, Andrea Migliore, Roberto Pocorobba, Luca Romano, Ignazio Seca e Toti  Photographer (Totò Licco) assieme a Rosalba Franciamore di Agrigento e Ariane Deschampis di Parigi.

Sono un esercito gli artigiani che presentano arte creativa, in maggioranza donne: Grazia Abela, Federica Africano, Emanuela Ardore, Grazia Bevilacqua, Concetta Bonvissuto, Tiziana Brex, Emanuela Caruso, Miriam Cataudella, Roberto Collodoro, Simonetta Comandatore, Sonia Di Dio, Letizia Di Fede, Ottavio Ferrigno, Claudia Geraci, Laura Giacomazzo, Florinda Giannone, Samuele Gnoffo, Sara Grima, Lina Lavio, Anna Licco, Mirella Maganuco, Salvatore Melodia, Orazio Messana, Antonia e Loredana Morelli, Matilde Occhipinti, Concetta Pollara, Ignazia Prianò, Graziana Rinzivillo, Olimpia Sanzo, Melissa Scerra, Eva Sciascia, Carmela Smorta e Maria Concetta Tarabba, tutte di Gela. Saranno presenti inoltre Luisa Burgio di Taormina, Luca Neve di Caltanissetta e Liboria Votadoro di Niscemi.

 

 

 

 

Articoli correlati