‘Sport e legalità’ alla Don Milani, gli alunni incontrano don Petralia e Fofò Ammirata: “Siate costruttori di un mondo nuovo sull’esempio di padre Puglisi”

Essere i costruttori di un mondo nuovo attraverso la figura di don Pino Puglisi.

È stato questo il messaggio lanciato stamattina ai bambini del plesso ‘Nicholas Green’ di Gela, dove si è tenuto il primo appuntamento di un progetto sullo sport e la legalità, che vedrà gli alunni protagonisti di una serie di incontri formativi sul tema del vivere civile.

Oggi il modello proposto è stato quello cristiano di don Pino Puglisi, profeta e martire, che fece del bene nonostante le difficoltà del territorio in cui operò. Attenti e curiosi, i bambini hanno ascoltato quello che i relatori hanno detto loro. Al tavolo degli interventi, infatti, l’allenatore Fofò Ammirata, don Luigi Petralia, i professori Silvio Cavallo, Rosalba Pellegrino, Ilenia Spadaro, Antonella Aquino, Maria Teresa Lunetta e l’insegnante Ornella Iacona.

Mettere da parte la prepotenza nei confronti del prossimo e far prevalere il rispetto reciproco, così come don Puglisi predicò ai suoi ragazzi. “Chiedete sempre ‘per favore’ – ha detto ai bambini don Petralia – in questo modo li rispetterete e non li schiaccerete. Padre Puglisi non aveva la bacchetta magica, tutto quello che fece fu possibile grazie a Gesù. Alcune delle persone che incontrò si lasciarono cambiare dalla Parola di Dio, altri purtroppo decisero di rimanere nel male”.

“Lo sport e la legalità sono complementari – ha aggiunto Ammirata – non esiste un bambino infelice che pratica sport.

Il calcio, la pallavolo, il basket e l’attività fisica in generale rendono gioiosi coloro che li praticano e soprattutto insegnano dei princìpi fondamentali: l’importanza di fare squadra, stare insieme e rispettarsi”.

Nel corso della mattinata i bambini hanno voluto omaggiare i relatori con dei riconoscimenti e con poesie e balli. Per salutare i presenti, infine, gli alunni hanno intonato in coro la canzone di Fabrizio Moro dal titolo ‘Pensa’, un testo dedicato proprio ai valori dell’onestà e del rispetto.

L’incontro, inoltre, ha permesso ai piccoli partecipanti di creare veri e propri momenti di confronto, ponendo delle domande ai relatori. Nel pomeriggio, intanto, alle 15:30, si terrà il torneo della legalità. Nel campetto sportivo Don Milani si affronteranno, per divertirsi, la squadra dell’istituto e quella della chiesa San Giacomo.

In programma per i prossimi mesi altri incontri rivolti agli alunni della scuola con personalità di spicco del mondo della giustizia, del giornalismo, della ricerca e molto altro, al fine di educare i più piccoli a divenire gli adulti onesti e rispettosi del domani.