Sportivamente Palma 2016, il Premio e il dibattito: “Il giornalismo sportivo sempre più social”. Riconoscimenti a Troina, Licordari e D’Aleo

Palma di Montechiaro –  Dopo lo straordinario successo degli anni precedenti il sindaco Pasquale Amato ed i suoi collaboratori hanno già varato il programma per l’edizione 2016 di  Sportivamente Palma, che si svolgerà giovedì 22 settembre 2016 presso Palazzo degli Scolopi , sede del Comune della città del Gattopardo con inizio alle ore 21. 

Francesco Pira  Docente di Comunicazione Università di MessinaAnche quest’anno a ricevere il premio saranno due giornalisti noti del panorama sportivo nazionale: l’invito della Rai Guglielmo Troina, la sua una lunghissima esperienza nella Tv pubblica, e il giovane Maurizio Licordari in forza all’emittente del gruppo Gazzetta del Sud di Messina RTP e collaboratore di Mediaset. La novità di qu est’anno è il Premio al telecronista agrigentino di SporTube, Gerlando D’Aleo. La premiazione sarà preceduta come di consueto da un interessante tavola rotonda sul tema: “Il giornalismo sportivo sempre più social ”. Dopo i saluti istituzionali del primo cittadino, Pasquale Amato, introduce e coordina: Francesco Pira, Sociologo, Giornalista e Docente di comunicazione Università di Messina .Presiede: Carmelo Lentini, Direttore di Agrigento Sport. All’incontro interverranno oltre ai giornalisti Guglielmo Troina,  Maurizio Licordari e il telecronista Gerlando D’Aleo, anche l’attaccante del Bari, Gaetano Monachello, in collegamento telefonico. Al termine la Premiazione dei Giornalisti e la Presentazione A.S. Palma e l’incontro con i Dirigenti delle Società Sportive.
Carmelo Lentini

“Siamo molto felici  di ospitare nella nostra città – ha dichiarato il Sindaco Pasquale Amato– anche quest’anno a Palma personalità del giornalismo sportivo e di avere in collegamento una grande calciatore palmese come Gaetano Monachello” .

Abbiamo voluto confermare anche per quest’anno un progetto che ci permette di fare incontrare giornalisti sportivi esperti e atleti locali per far passare un messaggio etico. Ma è importante anche parlare di come si sta evolvendo il giornalismo sportivo e come i social network stanno cambiando anche il lavoro dei cronisti sportivi. Crediamo molto nel messaggio che già lo scorso anno è passato: lo sport allontana i giovani da pericolose devianze”.

A ricevere il Premio Sportivamente Palma 2016 saranno un giornalista sportivo di grande esperienza, Guglielmo Troina,  ed un giovane figlio d’arte, Maurizio Licordari (figlio del compianto Lino recentemente scomparso).
Guglielmo Troina Rai

Guglielmo Troina, catanese, giornalista professionista dal 1980, da 25 anni è in RAI,dove è stato assunto il 26 Giugno 1989,  nella redazione catanese della TGR Sicilia . E’ stato inviato speciale. Ed adesso è caposervizio.   Prima di essere assunto in  RAI ha lavorato per  i quotidiani L’ORA,  IL DIARIO, IL GIORNALE DEL SUD , REPUBBLICA,per i periodici EUROPEO E PRIMA COMUNICAZIONE, e per le emittenti televisive catanesi TELESUD, TELETNA  e TELECOLOR . E’ stato anche docente di “ Storia e Tecnica del Giornalismo” presso l’Istituo Superiore di Giornalismo di Palermo (sezione di Acireale).  Nella sua lunga attività ha seguito i più importanti avvenimenti siciliani, con particolare riferimento alla grande cronaca, dall’epopea degli sbarchi dei migranti in Sicilia, alle eruzioni dell’Etna, all’alluvione di Messina, alle visite istituzionali delle più alte cariche politiche e religiose. L’ultima, la visita del Papa a Lampedusa . Nella notte tra il 9 e il 10 maggio 2007 ha intervistato, assieme al collega operatore  Giovanni Tomarchio, un omicida che, a Regalbuto, dopo aver ucciso il compagno della sua ex amante, aveva sequestrato la donna e preteso un’intervista televisiva per liberarlo realizzando uno scoop (mai  era stata realizzata un’intervista di questo genere in Italia) ma anche ottenendo il rilascio dell’ostaggio e la resa del sequestratore. Raccontare lo sport è stata una delle altre sue grandi passioni giornalistiche.


Maurizio Licordari giornalista RTP e collaboratore MediasetMaurizio Licordari
, 34 anni fa il giornalista da quando ne aveva 18. È cresciuto in una TV locale messinese e da lì ha presto iniziato a collaborare con realtà regionali e nazionali.

Dal 2000 è corrispondente di Telecolor da Messina e provincia. Si occupa di cronaca e di sport e quest’anno ha iniziato la conduzione di una trasmissione sportiva. Quattro anni fa è iniziata l’avventura con Sport Mediaset. Per due stagioni ha lavorato a “La Tribù del calcio”, programma di Paolo Ziliani dedicato a personaggi e squadre che hanno lasciato il segno nel mondo del pallone.

Ha raccontato, tra le altre, la storia dello sfortunato capitano del Cosenza Gigi Marulla e quella del magnifico Licata di Zeman e dei siciliani. Finita l’esperienza alla Tribù, ha iniziato a collaborare con la redazione sportiva, seguendo eventi importanti e curiosi in Sicilia e in Calabria. La festa del Crotone promosso in A, il record di Corona, primo calciatore a segnare in tutte le categorie, la storia dello Stromboli calcio, ultimo baluardo delle Eolie, la vicenda della squadra di calcio a cinque femminile di Locri minacciata dalla ‘ndrangheta, poi rivelatasi una bufala. Da cinque anni collabora con Pomeriggio 5 e Domenica live, i programmi di Barbara D’Urso, curando servizi e collegamenti.  È corrispondente del Giornale di Sicilia e dal 2013 lavora a Rtp, la principale TV di Messina.

Gerlando DAleo SporTubeIl terzo riconoscimento andrà a  Gerlando D’Aleo,  ha avuto sempre il pallino per il giornalismo sportivo collaborando con una testata del nord: Sportincondotta.it. Un paio di anni addietro ha iniziato la sua avventura di cronista commentatore con SporTube per le cronache casalinghe dell’Akragas. Quest’anno è stato riconfermato, ma è anche un grande animatore di eventi sportivi che coinvolgono i bambini della Parrocchia di Porto Empedocle e collabora con TVA nella trasmissione sportiva “A Tutto Campo”. E’ anche collaboratore del sito sportivo on line Agrigentosport.com.

Anche quest’anno Sportivamente Palma si preannuncia una serata da non perdere.

 

 

 

 

Gerlando D’Aleo SporTube