Stefano Ascia: stamani i funerali. Stesso destino del nonno

Si terranno oggi alle 11:00 presso la  chiesa Madre di Gela, i funerali del giovane Stefano Ascia, vittima di un incidente sulla ss.115, Gela-Manfria, nei pressi di 
contrada Femmina Morta. Stefano Ascia era in sella ad uno scooter, guidato da un amico, e si stava recando nella sua casa di Manfria, per prendere un giubbotto.  Secondo quanto rilevato dalla Polizia Stradale, lil mezzo ha perso il controllo, schiantandosi contro una Ford Fiesta, che giungeva dalla corsia  opposta.
Il giovane  è morto sul colpo, ferito il conducente del due ruote.

Illesi e sotto shock gli occupanti della macchina. L’amaro destino del giovane lo accomuna a quello del nonno, morto negli anni ’80, sulla stessa strada in un incidente simile.  Stefano Ascia viveva a Gela con la nonna materna, in via Umbria, nel quartiere Carrubbazza. I genitori, da settembre si erano trasferiti in Emilia perché la madre era entrata di ruolo a scuola. Stefano é descritto come un ragazzo solare, sempre disponibile con tutti e amava il calcio. Al momento dell’incidente Stefano indossava la tuta dell’Atletico Gela. Era il giorno del suo diciassttesimo compleanno. La sera avrebbe voluto festeggiare con i suoi amici. 

 

Articoli correlati