Sudafrica scuola sociale: Non si Impara dai propri errori !?

Esiste una comunità in Sudafrica che sembra essersi fermata ai tempi dell’Apartheid. Una comunità che vive tuttora nell’odio profondo nei confronti della razza nera. Questa comunità si chiama Afrikaner e, nel 2011, ha istituito dei campi di addestramento militare gestiti dai Kommandokorps, un’organizzazione militare volta a proteggere la razza bianca da quella nera.

Ufficialmente lo scopo reso noto di questi campi militari è il garantire ai giovani Afrikaner la conoscenza di tecniche di difesa basilari nel caso persone di colore fossero mal intenzionate nei loro confronti. Tentando di tralasciare l’assurdità di questa premessa, questi campi di addestramento sono dei veri e propri centri di educazione all’odio e di totale ribellione nei confronti della democratizzazione del paese. Sono un luogo dove il pregiudizio nei confronti del diverso è ancora vivo e dove si fa di tutto per mantenerlo in vita.

13293152 10209266037278606 1714336246 n

I campi si svolgono quattro volte l’anno e sono guidati da ex militari che hanno realmente vissuto e combattuto durante il periodo della segregazione razziale. Accolgono ragazzi dai 13 ai 19 anni, i quali, oltre ad essere addestrati fisicamente allo scontro fisico con il nemico, sono indottrinati con conferenze sulla debolezza e la pericolosità della razza nera. Ciò che si vuole far passare è che gli uomini neri siano cerebralmente inferiori e di conseguenza soggetti non degni di rispetto e considerazione.

Nel 1994 il Sudafrica è diventato uno stato democratico ma ciò non è stato visto di buon occhio dall’intera popolazione. Nostalgici e invasati sembrano rimpiangere i tempi dove le persone di razza nera erano costrette a condurre una vita di schiavitù e privazione. Questo sentimento è, purtroppo, ancora radicato nella cultura sudafricana e questi campi di addestramento sono la prova vivente di come l’uomo abbia delle serie difficoltà a imparare dagli errori commessi nel passato.

13295309 10209266037158603 1014159470 n 

Avendo il paese tolto la leva obbligatoria, i genitori credono che i propri figli abbiano bisogno di un’educazione militare. Ecco dunque il motivo di questa scelta; l’alto tasso di criminalità presente in Sudafrica spaventa e non poco. I ragazzi devono sapersi difendere e quindi hanno bisogno di passare dai campi di addestramento. Questo porta adolescenti a doversi svegliare all’alba, a sostenere prove fisiche estenuanti e a riempirsi il cervello di odio nei confronti dei neri. Li porta a pensare che la razza nera sia il problema principale della loro comunità sociale.

In molti casi questo processo di addestramento riesce a plasmare animi profondamente razzisti creando un divario sociale incolmabile all’interno della popolazione Sudafricana. Ripercorrendo mentalmente la storia sembrerebbe molto semplice poter individuare e condannare avvenimenti e periodi segnati dal razzismo. Questa comunità, invece, ci apre gli occhi. Ci fa capire come l’uomo abbia ancora voglia e necessità di odiare e di come un processo di solidarietà morale tra individui sia ancora lontanissimo dal suo totale compimento.

 

13336440 10209266037238605 1044341569 n

Articoli correlati