Sviluppo del Golfo di Gela: utilizzare pontile raffineria per usi turistici e commerciali

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte di Francesco Agati Presidente dell’associazione “Sviluppo del Golfo di Gela”. “Consiglio a tutti i politici gelesi, di iniziare una battaglia civile in tutte le sedi istituzionali, per favorire gli imprenditori piccoli e grandi a investire nella nostra bellissima città, l’obiettivo a breve termine non può che essere l’utilizzo del pontile oggi in gestione esclusivo della raffineria, per scopi turistici e commerciali, l’uso di tale importante struttura permetterà il commercio di qualsiasi prodotto locale e regionale con tutti i paesi del Mediterraneo, inoltre grazie al pontile potranno attraccare navi crociera e catamarani, gli impianti a ridosso del pontile non smantellati potranno essere utilizzati come arte contemporanea industriale. Inoltre L’associazione Sviluppo del Golfo di Gela con tutti i sui membri non capisce per quale motivo i lotti già finanziati dell’autostrada Gela-Siracusa inizino solo dalla città di Siracusa, e facile intuire che tali cantieri autostradali possono dare economia e liquidità a imprese, operai, e alla città, prima per la realizzazione, dopo, per l’utilizzazione dell’importante infrastruttura Regionale che muoverà merci e persone molto rapidamente. Tutti noi siamo estremamente ubbidienti alla legge dello Stato, ma parlare di legalità senza dare sviluppo come avviene a Gela negli ultimi quindi anni a portato l’economia al collasso, tali proclami hanno fatto chiudere imprese e portando alla disperazione migliaia di famiglie, e giunto il momento che gli imprenditori, i politici, i giornalisti, i professionisti, lavorino per lo sviluppo, la crescita del territorio senza denigrarlo e umiliarlo, come avvenuto erroneamente negli ultimi decenni. L’associazione Sviluppo del Golfo di Gela  si propone alla città come sistema apolitico per lo sviluppo del territorio”.

Articoli correlati