Tekra e i costi aggiuntivi: chiesti 200 mila euro per novembre e dicembre. Interviene Panebianco

La Tekra ha chiesto per novembre e dicembre 2015, importi pari a 200 mila euro, che sono fuori il capitolato. Questo quanto dichiarato oggi sul Quotidiano “ La Sicilia” dal  Dirigente al Settore Ecologia, che ha sottolineato di  non dare seguito , allo stato, al pagamento delle fatture, non rinvenendo autorizzazione ai predetti servizi. Sulla questione è intervenuto il consigliere comunale Giovanni Panebianco che ha presentato un’interrogazione al sindaco Domenico Messinese e alla Giunta, con cui chiede di sapere a quanto ammontano i costi per la pulizia dell’area mercatale , settimanalmente o mensilmente, e se tale servizio rientra tra quelli previsti dal capitolato sottoscritto  tra il Comunedi Gela e TeKra srl per quanto concerne la raccolta dei rifiuti. Il consigliere vuole sapere se “vi sono state da parte dell’Ammnistrazione Comunale nei mesi di novembre e dicembre 2015 richieste di esecuzione di servizi aggiuntivi, extra capitolato, in relazione al servizio di raccolta rifiuti ed in caso affermativo quali siano state e se ve ne sono ancora in corso. Inolte  da  chi siano stati emessi gli atti autorizzativi all’espletamento di tali servizi, a  quanto ammontano i costi di tali servizi aggiuntivi e  a quanto ammonta il costo , settimanale o mensile, per la pulizia dell’area mercatale”

Articoli correlati