Tentato omicidio a Comiso: fermati due fratelli gelesi

Due fratelli di Gela entrambi pastori originari di Gela, sono stati accusati di tentato omicidio di un loro collega per motivi di vicinato.

L’aggressione sarebbe avvenuta la notte tra il 9 e il 10 giugno scorso a Comiso dopo che la vittima aveva accusato i due fratelli di aver tentato di rubare nella sua azienda.

L’uomo, che era rimasto illeso, è stato poi bloccato mentre era in auto da quattro persone che hanno colpito la vettura con colpi di spranga e diversi colpi di pistola: un proiettile si è conficcato nel sedile del conducente, senza fortunosamente ferirlo.

I due fratelli sono stati individuati dalla squadra mobile di Ragusa e dal commissariato della polizia di Stato di di Comiso. Uno di essi avrebbe confessato. Indagini sono in corso per identificare gli altri due aggressori. Sull’episodio sta indagando la Procura di Ragusa.

Articoli correlati