Test Muos: dispiegamento di Forze dell’Ordine. Presente Turi Vaccaro, fermato dalla polizia

Grande dispiegamento di Forze dell’Ordine, in c.da Ulmo nella riserva naturale della Sughereta a Niscemi, che sta vedendo in queste ore la presenza di tanti attivisti No Muos provenienti da Niscemi e dintorni. Oggi in funzione le parabole Muos, ma diversamente a quento era stato annunciato, pare Il Muos è testato a a 200w rispetto ai 1600w previsti dal progetto, e sulle 46 antenne, 23 e non verranno accese perché “in disuso”, e poi perchè l’impianto elettrico non reggerebbe alla potenza. Tra gli attivisti presente anche il pacifista Turi Vaccaro che, nonostante il divieto nel territorio di Niscemi, ha voluto far sentire la propria vicinanza a coloro che da anni lottano contro l’istallazione dell’impianto di telecomunicazione satellitare statunitense. Turi è stato fermato dalla polizia un’ora fa. La verifica iniziata stamani durerà per tre giorni ed è stata decisa dal Tribunale di Giustizia amministrativa, organo d’appello del Tar. I sei tenici  sono  accompagnati dalle forze dell’ordine e dai legali dei comitati No Muos e del Comune e stanno  misurando le emissioni elettromagnetiche delle antenne per stabilire se sono nocive per la salute. Lo stop ai lavori del Muos, deciso dal Tar e confermato dal Cga, è condizionato ai risultati dei controlli. Tra i manifestanti fuori dai cancelli n prima fila le mamme e gli studenti del liceo scientifico di Niscemi. “Si sta svolgendo tutto il modo pacifico – dice il sindaco di Niscemi Franco La Rosa – al di là dell’esito di queste rilevazioni, per noi la struttura è abusiva”.
 

Articoli correlati