Tommaso e Emanuele, tutta la città prega per il loro risveglio

Le comunità parrocchiali di Gela continuano le loro preghiere per i due gelesi ricoverati nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cannizzaro di Catania.

È trascorsa una settimana dall’incidente che ha coinvolto il piccolo Tommaso, avvenuto lungo la via Venezia, mentre rincorreva il suo pallone.

Appena 12 anni, Tommaso da quel momento non ha più ripreso conoscenza. Dopo essere stato investito da un Camion, che attraversava la trafficata via,  il piccolo è stato trasportato all’ospedale etneo dove ha subito un delicato intervento chirurgico che ha prosciugato l’ematoma cerebrale. La famiglia, gli amici, tutta la città aspetta con ansia il suo risveglio.

Nello stesso reparto vi è ricoverato anche una altro giovane gelese: Emanuele. Studente universitario, il diciannovenne Emanuele è stato il più grave di quattro feriti a causa di un incidente automobilistico avvenuto quattro giorni fa sulla Catania-Gela, di ritorno da Taormina. .Anche Emanuele è in coma, e le sue condizioni sono stazionarie.

Attorno alla famiglia di Tommaso si stringono i commercianti di via Venezia, e tutta la città continua a pregare per i due giovanissimi che stanno lottando per ritornare a riprendere la loro vita.