Torna ‘FameLab’ a Catania: il talent per aspiranti divulgatori scientifici, ecco come partecipare

Tre minuti per conquistare giudici e pubblico, parlando di un tema scientifico da raccontare con passione e chiarezza, precisione e carisma. Tutto questo, ma non solo, è “FameLab”, il primo talent della scienza, la competizione internazionale di comunicazione scientifica per giovani ricercatori e studenti universitari che, dal 13 al 28 febbraio, farà tappa, per il terzo anno consecutivo, all’Università di Catania.
Dopo il successo degli etnei nelle due edizioni nazionali precedenti, con Ivana Di Bari seconda a FameLab 2018 e i due scienziati etnei Riccardo Giovanni Urso e Luca Vanella in finale nel 2017, l’Università di Catania sarà nuovamente sede delle selezioni locali, in cui i giovani ricercatori si sfideranno per comunicare al pubblico, in appena 180 secondi, un argomento scientifico.

I primi due classificati delle dieci selezioni locali – Ancona, Bari, Catania, Firenze, Foggia, Genova, L’Aquila, Lecce, Pavia, Perugia, Roma e Trieste – accederanno alla Masterclass, un workshop di formazione in comunicazione della scienza che si svolgerà a Perugia dal 12 al 14 aprile e alla finale nazionale del concorso, in programma a Milano a maggio 2019. Il vincitore italiano si confronterà con trenta concorrenti di altrettanti Paesi del mondo nella finalissima del concorso a Cheltenham, in Gran Bretagna, tra il 6 e il 9 giugno 2019. L’evento – ideato da Cheltenham Festivals e promosso a livello mondiale dal British Council in trenta differenti Paesi – è organizzato in Italia da Psiquadro, in collaborazione con il British Council Italia.

Le tappe di Fame Lab Catania sono le seguenti: mercoledì 13 febbraio la MiniMasterclass; lunedì 18 febbraio il FameLab Edu al dipartimento di Fisica e Astronomia; lunedì 25 febbraio la prima semifinale nell’aula magna del dipartimento di Matematica e Informatica; martedì 26 febbraio la seconda semifinale nell’aula magna del dipartimento di Scienze biomediche e biotecnologiche (Torre Biologica); giovedì 28 febbraio la finale nell’aula magna del dipartimento di Agricoltura, Alimentazione, Ambiente (Polo Bioscientifico).

La selezione è coordinata dall’Università di Catania in collaborazione con INAF Osservatorio Astrofisico di Catania, i Laboratori Nazionali del Sud e la sezione di Catania dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi del CNR, Piano Lauree Scientifiche, il Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia, la Scuola Superiore di Catania, Young Minds Catania, l’Accademia Italiana per la Promozione della Matematica. I Media Partner sono Radio Zammù e Zammù TV. Tutte le informazioni per candidarsi sono pubblicate sul sito internet dell’Università di Catania, www.unict.it.