Training autogeno, cala il sipario sul progetto dell’ADE

Cala il sipario sul corso di training autogeno a cura dell’Associazione Diabetici Eschilo (ADE), presieduta da Giuseppe Curatolo.

Gli incontri, che si sono svolti per cinque settimane tra marzo e aprile, hanno approfondito le tecniche di rilassamento e concentrazione, con spiegazioni teoriche ed esercizi pratici e consigli per sviluppare la memoria, come l’analisi e lo sviluppo della propria motivazione. A tenerli la dottoressa Nuccia Morselli, presso la sala don Pino Puglisi della Casa del Volontariato di via Ossidiana.

“La riduzione di elementi esterni e interiori disturbanti – ha affermato Morselli – la capacità di concentrazione passiva, l’aumentata capacità ideativa, l’aumentata capacità di comparsa spontanea del materiale inconscio, creati dagli esercizi di training autogeno, aiutano ad aumentare in modo straordinario le prestazioni della memoria”.

Le attività, inserite nel progetto “Volontariato in cammino”, con il sostegno della Fondazione con il Sud, si sono concluse giovedì 20 aprile.

Articoli correlati