Il trapanese Giuseppe Castiglione vincitore del IV Slalom Principe di Belmonte

È Giuseppe Castiglione ad aggiudicarsi in volata, di forza, il 4° Slalom Principe di Belmonte dei record, con i suoi 138 iscritti della vigilia. Il trapanese di Buseto Palizzolo (TP), due volte campione siciliano Slalom AciSport 2015 e 2016 ha messo la freccia nella terza sessione cronometrata, sorpassando al volante della sua Radical SR4 Suzuki 1.6 della scuderia Armanno Corse Palermo e battendo così il messinese Under 23 Emanuele Schillace, indiscusso leader nelle prime due manche di gara, anche lui alla guida di una Radical SR4 Suzuki, ma di 1.4 c.c., per i colori della Tm Racing Messina. Un distacco di soli 9 millesimi di secondo.

A completare un podio tutto “griffato” Radical SR4 Suzuki ci ha pensato il compaesano Giuseppe Virgilio, che è riuscito a venire a capo dalle sventure nelle prime due sessioni a cronometro aggiudicandosi il terzo posto nella terza manche.

Il 4° Slalom Principe di Belmonte, valevole quale quindicesima tappa del Campionato siciliano AciSport e quale ottava e penultima prova dello Challenge Palikè 2017 è stato promosso dallo stesso Team Palikè in sinergia con la Belmonte Racing ed il patrocinio del Comune.

Una gara in salita per Giuseppe Castiglione, alla sua  settima affermazione stagionale. Una penalità di 10” subito nella prima manche ed un fondo stradale particolarmente insidioso in alcuni tratti ne hanno condizionato il rendimento. Invece a suo agio sin dai primi chilometri della tenzone Emanuele Schillace, a sua volta vincitore quest’anno negli Slalom Sciacca Terme e Città di Avola, peraltro assistito da una Radical in eccellenti condizioni ed in grado di consegnargli il primato provvisorio nelle prime due manche. Castiglione, complice il montaggio di gomme nuove sulla sua Radical SR4, è stato come detto di piazzare la zampata conclusiva in una pirotecnica 3a manche, in 159,23 “punti-secondi”, limite che Schillace (autore di un pur brillante 159,32 “punti-secondi” nella seconda salita), non è riuscito più ad avvicinare. Più staccato, a 3”08 dalla vetta, ha infine chiuso Virgilio, autore di un tempo di 162,31 “punti-secondi”.

Ai piedi del podio l’altro giovane trapanese (di Erice) Michele Poma, neo campione italiano Slalom tra gli Under 23, bravo a condurre sino ai vertici la “rispolverata” Radical Prosport Suzuki utilizzata lo scorso anno proprio da Giuseppe Castiglione, anche lui per la Armanno Corse. Poma ha preceduto nella “top five” il marsalese Andrea Foderà, particolarmente brillante al volante della sua monoposto Formula Junior Suzuki della Trapani Corse, poi il ragusano (di Modica) Giuseppe Medica, anche lui positivo alla guida di una Radical Prosport Suzuki e quindi il siracusano (di Floridia) Antonio Lastrina, classificato settimo assoluto con un’ennesima Radical SR4 Suzuki per la Viemmecorse Motorsport Avola.