Trasloco di Gela a Catania. Csag: 11 anni di lotte. Manca l’ultimo atto per poter festeggiare appieno

Sulla delibera votata dalla Giunta regionale che stabilisce le variazioni territoriale dei comuni di Gela, Piazza Armerina e Niscemi che passano dalla provincia di Caltanissetta alla città metropolitana di Catania si è espresso il  Comitato per lo Sviluppo dell’Area gelese (Csag), che ha sottolineato con entusiasmo il  grande lavoro di tessitura che è stato svolto dai comitati ufficiali in questi mesi, a partire dal raccordo con l’on. Pistorio come Assessore delle Autonomie Locali, fino al momento della diffida inviata il 12 febbraio 2016, passando attraverso una lunga attesa. “In seguito alla diffida  – ha detto il portavoce Filippo Franzone – abbiamo appreso che i Ddl contenenti le variazioni territoriali, erano stati già inoltrati alla Presidenza della Regione siciliana, a sua volta chiamata a trasmetterli attraverso una delibera di giunta all’Ars”. Dopo la variazione territoriale manca la ratifica dell’Assemblea Regionale Siciliana e la successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale Regione Siciliana. L’iniziativa delle modifiche territoriali sono nate proprio 11 anni fa, e al Csag, si sono man mano aggregati i comitati di Piazza Armerina e quelli di Niscemi. Ora si è in  attesa dell’atto finale legislativo e dopo, si potrà finalmente festeggiare appieno.

Articoli correlati