Treno Minuetto: 14 corse e meno di tre ore separeranno Catania da Palermo.

Arriva Minuetto Trenitalia, dal 3 maggio prossimo garantirà il collegamento tra Palermo e Catania. Una tratta che il treno compierà in 2 ore e 50, contro le 5 ore del passato. Saranno 14 le corse al giorno, sette per ciascuna direzione, con la frequenza di un treno ogni due ore. L’offerta riguarda duemila posti al giorno, fino a venti giorni fa erano 300. Il biglietto intera tratta 12,50 euro. Questa la pronta risposta di FS Italiane e della Regione Siciliana ai problemi di mobilità causati dal crollo del pilone dell’autostrada A19. Quindi un viaggio comodo e sicuro. Minuetto Trenitalia inaugurerà  una nuova stagione del trasporto pubblico nell’isola. E questo è il primo concreto frutto di un lavoro iniziato già da diversi mesi e finalizzato a una rimodulazione generale dell’offerta ferroviaria siciliana per renderla più adeguata alle differenziate esigenze dei viaggiatori. Il crollo del viadotto dell’A19 ha portato a concretizzare da subito questo modello sulla direttrice Palermo – Catania, offrendo un beneficio non solo per i due capoluoghi, ma anche per Termini Imerese, Caltanissetta ed Enna.  Il potenziamento dell’offerta a 14 corse giornaliere sulla Palermo – Catania fa seguito a un primo tempestivo provvedimento che, lo scorso 13 aprile, aveva portato a istituire due corse aggiuntive alle due già in orario. Da allora il numero dei passeggeri che sceglie il treno come mezzo è in costante e forte crescita. Ad attrarre i viaggiatori sono soprattutto i tempi di viaggio, ridotti in maniera significativa rispetto al passato, grazie anche al miglioramento di tutta la linea. Ospiti d’eccezione all’inaugurazione il presidente della Regione Rosario Crocetta, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e quello di Catania, Enzo Bianco. Pur ammettendo il grande ritardo nel miglioramento del servizio di trasporto su linea ferrata, il Governatore ha voluto vedere il bicchiere mezzo pieno, scomodando anche i santi: “San Paolo diceva che qualche volta dal male nasce il bene. Questo è uno di quei casi”.