Il tricolore per gli eroi di Piazza Martiri della Libertà, ma il monumento necessita di interventi

Una bandiera per rimarcare il ricordo dei cinque eroi in piazza Martiri della Libertà di Gela. Grazie al contributo dell’imprenditore Emanuele Giovanni Perrotta che ha realizzato l’asta bandiera a proprie spese, e all’idea del prof. Nuccio Mulè, l’emblema è stato finalmente impiantato accanta al monumento alle nostre medaglie d’oro: Giovanni Guccione, Emanuele Guttadauro, Giulio Cesara Siragusa, Sebastiano D’Immè e Giuseppe Valenti.

Nonostante siano passati diversi decenni dalla realizzazione del monumento, nessuna delle istituzioni aveva mai pensato di impiantarla non fosse altro per dare il giusto merito istituzionale e per far ricordare i nostri concittadini che in tempi diversi hanno immolato la loro vita per la Patria. Ha detto il prof. Mulè.

Oggi si è tenuta la cerimonia di  istallazione del tricolore, autorizzata dal Comune alla presenza dell’assessore Valentino Granvillano.

” Il monumento a cui oggi è stato impiantato il tricolore, è una stele marmorea sormontata da una statua bronzea della Vittoria alata nell’atto di alzare verso il cielo una corona d’alloro con una stella a cinque punte, simbolo della nostra Repubblica. Su una fotografia di un vecchio carteggio si legge alla base del monumento il nome di tale Cav, Calabrese Rosario, forse colui che l’ha realizzata. Sulla stele, al di sotto della scritta “Gela ai suoi figli medaglie d’oro” sono riportati i nominativi e i luoghi dove è avvenuto il loro sacrificio” Ha scritto il prof. Mulè.

Il Tenente Giovanni Guccione`e stata unica Medaglia d’Oro della provincia
di Caltanissetta nella Prima Guerra Mondiale, conferita di moto proprio da re Umberto I per un atto eroico del 21 ottobre 1915 sulle alture del Carso nell’Italia nord-orientale.

Il Capitano Emanuele Guttadauro il 21 settembre 1938 a Barracas in Spagna
perse eroicamente la vita.

Il tenente Giulio Cesare Siragusa sacrificò con onore la propria vita sul fronte russo il 2 gennaio 1943.

Il  Maresciallo dei Carabinieri Sebastiano d’Immè, vittima recente del dovere, trucidato a Locate Varesino il 6 luglio 1996.

La lista degli eroi termina con la  Medaglia d’Oro del soldato, ex carabiniere, Giuseppe Valenti deceduto eroicamente a Guadalaiara in Spagna il 10 marzo 1937.

“Sarebbe necessario e urgente che, prima delle prossime manifestazioni (quelle della festa della Liberazione del 25 di questo mese, della ricorrenza del 75° anniversario dello Sbarco Alleato del 10 luglio 1943 e del centenario della vittoria italiana del 4 novembre 1918 nella Grande Guerra), il nostro Comune pensasse a rimettere a posto il monumento alle Medaglie d’Oro gelesi di piazza Martiri della Libertà, oggi un po’ malridotto.” Ha scritto il prof. Mulè.