Trionfa la cultura al Premio “Gorgone d’oro”, tantissimi ospiti, emozione in ricordo di Emanuele e Giuseppe Alabiso

Cala il sipario sulla sedicesima edizione del “Premio Gorgone d’Oro”, organizzato e promosso dal Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana “Salvatore Zuppardo” di Gela, presieduto da Andrea Cassisi. La serata, che come di consueto si è svolta al cineteatro Antidoto di Macchitella, ha visto salire sul palco personalità di rilievo dell’ambito letterario, storico, teatrale e giornalistico. Fra i poeti premiati Rita Muscardin di Savona, Antonio Damiano di Latina, Palma Civello di Palermo, Aldo Nove di Milano e Cristina di Lagopesole di Potenza.

Premio della cultura “Salvatore Zuppardo” a Roberto Tufano, studioso dell’illuminismo europeo; premio speciale della giuria al drammaturgo Vincenzo Pirrotta e premio speciale “Don Giulio Scuvera” assegnato a frate Giuseppe Gurciullo, direttore della biblioteca dei cappuccini della provincia di Siracusa. La Gorgone d’Oro per il teatro e per il giornalismo sono rispettivamente andate a Enrico Guarneri, meglio conosciuto come Litterio e a Carmelo Sardo, vicecaporedattore delle cronache al Tg5 e autore, tra gli altri, di Malerba, un romanzo edito da Mondadori, scritto a quattro mani con l’ergastolano Giuseppe Grassonelli. A impreziosire la cerimonia l’attrice Maria Giannone che ha dato voce alle poesie premiate e il coro polifonico “Totut Tuus” diretto dal Maestro Mirko Musco e dalla pianista Rocca Alfieri.

Nel corso della serata sono stati ricordati il giovane Emanuele Alabiso e il padre Giuseppe, recorder mondiale di traversata in solitaria a bordo di un ultraleggero, entrambi scomparsi in un incidente lo scorso novembre al largo delle Eolie. Alla loro memoria è stata dedicata una poesia dal titolo “Oltre lo sguardo”, scritta dal giornalista Domenico Russello.

“Il premio si conferma un successo – ha affermato Andrea Cassisi – questo è un evento della città, non dell’associazione. Oramai il circuito culturale che abbiamo innescato e consolidato di anno in anno vuole puntare sempre più in alto per dare lustro a uomini e personaggi che con il loro impegno quotidianamente contribuiscono alla ricerca, allo studio e alla valorizzazione della cultura”.

Articoli correlati