Troppe aggressioni a sanitari degli ospedali nisseni: l’ordine dei medici si costituisce parte civile

L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Caltanissetta, si costituirà parte civile nei processi che coinvolgono i medici, i paramedici e tutto il personale degli ospedali del territorio, vittime di aggressioni.

Recentemente, nei presidi ospedalieri della provincia di Caltanissetta si sono registrati casi di aggressioni alle figure mediche e infermieristiche.

“Si tratta di un’iniziativa a difesa del personale sanitario che con grande abnegazione garantisce un’assistenza ai pazienti in condizioni rischiose e in ambiti di emergenza, in particolare nei Pronto soccorso e nelle guardie mediche – dice il presidente dell’OMCeO Caltanissetta, Giovanni D’Ippolito -. Non sono accettabili episodi di violenza ed è per questo motivo che gli Ordini dei Medici chiederanno conto nelle sedi giudiziarie ai responsabili dei comportamenti aggressivi nei confronti dei colleghi e degli infermieri, già sottoposti a condizioni di lavoro disagiate”.

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Caltanissetta nei prossimi giorni incontrerà i soggetti istituzionali preposti alla tutela dei cittadini – con i quali da tempo è avviata una reciproca collaborazione – allo scopo di individuare le soluzioni alla problematica.

Articoli correlati