Tuccio-Catania: arriva la pace, ma il dirigente non ha ancora ritirato l’esposto

Il sindaco è tranquillo e la pace è arrivata. Si è conclusa nei migliori dei modi la questione Tuccio-Catania, che ieri ha fermato i lavori del consiglio comunale, rischiando anche che saltasse anche l’approvazione del biliancio di previsione 2015. Anche se on ha ancora ritirato l’esposto nei confronti dell’assessore Eugenio Catania, il dirigente Emanuele Tuccio. L’esposto  riguarda l’aggessione subita durante le stanze dell’amministrazione da parte del neo assessore. “Ci siamo appena chiariti,  nessuna aggressore fisica e verbale vi è stata, ma solo un  colloquio animato su cose di funzione ammnistrative che riguardano  il protocollo. In questo settore  vi sono due postazione che non protocollavano le cose riguardante  sport e eventi”, ha detto Catania durante la conferenza stampa con i giornalisti. “Qualcuno ha strumentalizzato la cosa a livello politico. I nostri rapporti personale sono ottimi e rimangono tali. Per quanto riguarda il sindaco, io rimango sempre  un uomo di suo fiducia, e quando vuole può ritirare la mia delega”, ha aggiunto il neo assessore alla Polizia Municipale e allo Sport e Eventi. “Lavoriamo con difficotà e soffriamo tutti un po’ il disordine organizzativo. Il mio obiettivo è  dare linearita al mio settore, e questo potrebbe essre mal intrerpretato”, ha detto l’architetto Tuccio che ha sottolineato come ognuno abbia  i suoi modi “l’importante è  che ci sia un chiarimento.Da parte mia ho subito un’alterazione, ognuno però ha i suoi modi e atteggiamenti, la cosa più utile è avere chiarito tali modi interpretati mali”. Ha concluso Tuccio. Che dire! Tutto è bene ciò che finisce bene. 

Articoli correlati