Tumore alla mammella sempre più diffuso: 145 nuovi casi ogni giorno e circa 53mila ogni anno

Palermo – Il tumore della mammella rappresenta il ventinove per cento delle neoplasie femminili con centoquarantacinque nuovi casi ogni giorno.

Secondo il Real life studies diffuso nei giorni scorsi a Napoli, ogni anno si manifestano in Italia circa 53mila nuovi casi di neoplasia della mammella. Una situazione preoccupante e che riguarda purtroppo tutte le donne, senza grosse distinzioni di età.

Il 17 ottobre, mese della prevenzione in rosa, in occasione del Bra day 2018, giornata internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria, si parlerà di “Tumore alla mammella: dalla prevenzione alla ricostruzione”, presso lo IEMEST di via Michele Miraglia, 20, a Palermo. A organizzare l’evento è l’AIDOP onlus (Associazione Italiana Disfunzioni Organi Pelvici) che, occupandosi di medicina di genere, si interessa anche dell’ambito senologico attraverso la divulgazione di messaggi di prevenzione e giusta cura in tema di tumore della mammella.

Prenderanno parte ai lavori diversi professionisti ed esperti: Roberto Lagalla (assessore regionale all’Istruzione), Maria Letizia Di Liberti (direzione assessorato regionale Salute), Francesco Cerrito (ASP Palermo), Salvatore Amato (ordine dei Medici Palermo), Bartolomeo Sammartino (IEMEST), Carlo Bargiggia (AIDOP), Giuseppe Palazzotto (LILT), Giampiero Seroni (direzione sanitaria ospedale Buccheri La Ferla), Mario Feo (direzione sanitaria casa di cura Torina), Francesco Cappello (anatomista UNIPA, direttore scientifico IEMEST), Grazia Altieri (medico di medina generale), Benedetto Di Trapani (chirurgo AIDOP-IEMEST), Antonio Ciulla (chirurgo generale), Giuseppe Cuccia (chirurgo plastico), Andrea Manconi (chirurgo plastico IEO, Istituto Europeo di Oncologia), Laura Dell’Eva (dermopigmentatrice) e Fedele Termini (psicologo psicoterapeuta).

Nel corso dell’incontro, verrà evidenziata l’importanza di un approccio clinico multidisciplinare che includa la terapia chirurgica curativa, la radioterapia, la terapia endocrina, la chemioterapia, il supporto psicologico e la fisioterapia. La chirurgia conservativa della mammella (quadrantectomia) ha progressivamente sostituito la mastectomia nel trattamento dei tumori in stadio iniziale.

Associata alla radioterapia, è in grado di garantire alle pazienti le stesse percentuali di sopravvivenza globale e migliori risultati estetici rispetto alle mutilazioni a cui andavano incontro le donne sottoposte a mastectomia in epoca pre-ricostruzione mammaria, con un accettabile rischio di recidiva locale.

La manifestazione è patrocinata dagli assessorati regionali alla salute e alla formazione, dall’Ordine dei medici di Palermo, dall’ERSU, dalla LILT, dalla SICPRE ed è stata organizzata in partnership con lo IEMEST (Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia). L’evento è sostenuto anche da Inner wheels Palermo Mondello, Rotary Palermo Mediterranea, Rotary Baia dei Fenici, Lions Palermo Libertà. L’appuntamento è per il 17 ottobre, alle 16:00.