Tutti a pregare per Aurelia. Anni fa incidente simile: il lungomare necessita di corsie protette

 Tantissimi sul social network stanno scrivendo messaggi di solidarietà per Aurelia, l’avvocato trentanovenne vittima stamani di un incidente mentre faceva jogging al lungomare. Le condizioni della ragazza, che è stata trasferita in elisoccorso a Palermo, sono sembrate subito disperate, i medici stanno facendo il possibile per salvarla. Grave anche il conducente dello scooter, uno Yamaa 500, coinvolto nell’incidente. Subito si sono scatenate le polemiche sulla poca sicurezza del lungomare, dove non è possibile fare sport senza rischiare di morire. Tra l’altro la strada è stata testimone di un altro incidente simile, avvenuto un paio di anni fa. Vittima quella volta fu un giovane uomo, investito da un’auto che non si accorse di lui che in quel momento faceva la corsetta. Allora la causa fu attribuita alle scarse condizioni di visibilità, dato che l’impatto è avvenuto durante crepuscolo. Sicuramente tra le esigenze della città c’è quella di un pista ciclabile e podistica, per i tanti amanti dello sport all’aria aperta, da effettuare in sicurezza. 
 

Articoli correlati