Un dossier con i maggiori problemi di Gela e provincia, presentati a Delrio. Iniziativa della Cgil

Un dossier è stato consegnato stamani al ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, con i maggiori problemi che affliggono Gela e provincia.

Questa l’iniziativa della Cgil di Caltanissetta, che ha elencato al ministro presente oggi a Messina per un convegno sui Trasporti dello Stretto, i maggiori disagi che sta vivendo Gela e i 22 comuni del nisseno.

Dal porto insabbiato, alla lenta riconversione industriale, dalle zone industriali buie a danno dei lavoratori, alle malattie tumorali in aumento a cui non corrisponde una sanità adeguata. La Cgil ha chiesto infatti un potenziamento della sanità, oggi carente di strutture e personale medico e infermieristico.

È stato toccato anche il tema trasporti, è stato chiesto un intervento sulle arterie stradali di tutti i comuni nisseni, diventate impercorribili e anche sulle stazioni, brutte e infrequentabili, non per parlare della lentezza dei treni.

‘Abbiamo anche messo in evidenza la costante chiusura delle industrie e delle aziende che sta procurando sempre più disoccupazione in provincia”, ha detto il segretario Ignazio Giudice presente oggi a Messina.

Il segretario, in nome della Cgil, ha chiesto un impegno concreto al ministro.
“Darò lettura al dossier, e per quello che mi compete provvederò” Ha detto il ministro al segretario.

Il ministro ha anche chiesto se la Regione Sicilia fosse a conoscenza di tali di disagi. La risposta la sappiamo.