Un peschereccio rimane incagliato a causa del fondale basso, il comitato: “Il nostro porto è ridicolo!”. Domani se ne parlerà all’ARS

Era destinato alla demolizione il peschereccio che stamattina è rimasto incagliato nel vano tentativo di entrare al porto a causa del fondale troppo basso.

Una scena già vista e che ha fatto scattare l’indignazione dei rappresentanti del comitato del “Porto del Golfo di Gela”, che da tempo sollecitano degli interventi per ridare dignità al nostro porto rifugio divenuto oramai, come hanno esclamato loro stessi, “ridicolo”. L’episodio, che si è registrato stamattina intorno alle 9:00, non è purtroppo il primo, in passato infatti altri natanti erano rimasti bloccati. Per cercare di tirar fuori da lì il peschereccio si è reso necessario l’intervento dei rimorchiatori e della motovedetta della Capitaneria di Porto, operazione riuscita dopo un paio di ore. Una scena che calza a pennello, verrebbe da dire, visto che domani, martedì 20 ottobre, si terrà un’audizione alla IV Commissione ambiente e territorio dell’ARS col Governatore Rosario Crocetta per discutere proprio delle problematiche legate al porto rifugio di Gela. “Andremo a dire di risolvere immediatamente questa situazione – hanno detto gli esponenti del comitato del “Porto del Golfo di Gela” – servono urgentemente degli interventi che mettano in sicurezza il nostro porto scongiurando il reiterarsi di questi episodi, speriamo bene”. Sulla vicenda di stamattina è intervenuto anche il Comandante della Capitaneria di Porto Pietro Carosia che ha detto che le immagini di oggi verranno portate domani all’ARS per denunciare l’attuale situazione del nostro porto.

Articoli correlati